Enzo Salvi con Fly ed i suoi pappagalli
Enzo Salvi con Fly ed i suoi pappagalli

Enzo Salvi aggredito per difendere il pappagallo Fly

L’amore di Enzo Salvi per le creature del mondo animale è da sempre noto, un amore che ci accomuna e che rende le persone sensibili paladine nel tentare di dare voce a chi voce non ha. Purtroppo, in queste ore, Enzo Salvi è stato il triste protagonista di un pestaggio per aver tentato di difendere, proprio uno dei suoi animali… il suo amatissimo pappagallo Fly.

Enzo Salvi con Fly ed i suoi pappagalli
Enzo Salvi con Fly ed i suoi pappagalli

Un agguato crudele e senza motivazione, se non quella della cattiveria gratuita, che ha ridotto quasi in fin di vita l’amico pennuto dell’artista romano. I due erano tranquilli nelle campagne di Ostia Antica, dove all’improvviso si è palesato un ragazzo, con evidenti problemi mentali e già tristemente noto per i suoi passati atti vandalici. Il giovane aggressore avrebbe colpito più volte Fly, fino a centrarlo causandogli la frattura cranica con edema delle strutture soprastanti da come si evince dal referto. All’inizio si era temuto il peggio, poi, fortunatamente con il passare del tempo si è scongiurato il pericolo di vita, anche se l’episodio resta di gravità assoluta.

Il maltrattamento di animali, in diritto penale, è il reato previsto dall’art. 544-ter del codice penale ai sensi del quale: “1. Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è punito con la reclusione da 3 mesi a 18 mesi o con la multa da 5 000 euro a 30 000 euro. 2. La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi. 3. La pena è aumentata della metà se dai fatti cui al primo comma deriva la morte dell’animale.”

Esistono leggi ben chiare e definite anche se non sempre vengono messe in pratica, lasciando, in tal modo, dei veri e propri criminali a piede libero e permettendo loro di continuare ad agire indisturbati, sicuri che mai nessuna pena li colpirà. Gli animali sono esseri viventi, senzienti e sensibili e come tali vanno protetti e difesi e soprattutto devono ricevere giustizia in caso di violenze e maltrattamenti, tenendo conto, altresì, che chiunque riesca ad arrecare dolore ad un animale è capace di arrecarlo anche agli stessi umani, un motivo in più per infliggere una punizione equa rispetto alla brutalità causata.

Dalle pagine social l’amato Enzo Salvi si rivolge a tutti coloro che gli sono stati vicino in queste ore: “Grazie di vero cuore a tutti per la solidarietà ! Pensavo di morire trovandomi Fly tra le mie braccia esanime vittima di una violenza inaudita ed ingiustificata …prego per Lui” … e noi con te, con la speranza che Fly si riprenda quanto prima e che il delinquente possa scontare ciò che merita, perchè è inammissibile compiere atti di pura violenza e non essere sanzionati in nulla.

Autore: Silvana De Dominicis

Vice direttore di La Gazzetta dello Spettacolo, amante degli animali, la natura e la cucina veg. Umiltà e sensibilità sono nel contempo i miei pregi e difetti.

Potrebbe interessarti

Francesca Ghezzani

Fatti e storie da raccontare, torna Francesca Ghezzani

Giunta alla sua quarta edizione, è ripartita la trasmissione "Fatti e storie da raccontare". Ne parliamo con Francesca Ghezzani.

Psicofarmaci e solitudine. Foto dal Web

Psicofarmaci: perché è importante ridurre lo stigma

La salute mentale sta a poco a poco diventando un argomento di cui si parla più apertamente: un focus sulle terapie da seguire.

Casino di Sanremo. Foto di Sailko da Wikipedia - Opera propria

Casino italiani più famosi: i luoghi

La tradizione italiana con i casino è lunga oltre 300 anni. Ecco i luoghi più famosi e storici d'Italia dove nasce questa attrazione.

Lascia un commento