Daniela Collu, senza nessun timore

Daniela Collu torna alla conduzione del programma StraFactor. Questo è il quarto anno da conduttrice per lei, che sarà affiancata dai giudici Elio, Pupo e la Dark Polo Gang.

Daniela Collu. Foto di Roberta Krasnig.
Daniela Collu. Foto di Roberta Krasnig.

Daniela è una conduttrice, autrice e soprattutto una donna che non ha paura di mostrare alla persone che oltre l’aspetto fisico c’è un talento vero e proprio, più importante di ogni altra cosa. Da donna, Daniela si mostra in continua evoluzione, consapevole di ciò che è e di ciò che sarà. La ritroviamo serena e nel posto giusto, sicura che sul palco può e deve esserci con quella sua voglia di essere se stessa, quella sua felicità, quel suo modo di accogliere le cose che arrivano. Il posto giusto, alla fine dei conti, è come ci sentiamo dentro di noi. Daniela non ha più timori, è finalmente a casa.

Benvenuta Daniela Collu, sei tornata in TV con il programma StraFactor. Come ti senti? 

Questo è il momento in cui torno a casa e mi sento bene. Strafactor è il programma che mi fa ridere, dove trovo una comicità più sottile e sono contenta che sia il mio posto. Anche quest’anno avrò accanto i giudici.  Ritroverete Elio, ma anche due new entry Pupo e la Dark Polo Gang. La sfida è una guerra dei due mondi. Il vecchio contro il nuovo.

Come descriveresti questi giudici così particolari?

Ognuno di loro si porta dietro un mondo gigantesco. Elio si porta dietro una carriera enorme, riesce a padroneggiare la scena e sa come muoversi avendo fatto anche X Factor. Pupo è un virtuoso, è un artista che sa fare qualsiasi cosa. Riesce ad essere credibile, coinvolgente, ha molte sfaccettature. La Dark Polo Gang sono assurdamente meravigliosi, diversi da tutto ciò che abbiamo visto fino ad ora, hanno un loro stile ed un loro linguaggio. Hanno fatto delle scelte molto curate, hanno le idee chiare.

Cosa pensi dei nuovi concorrenti?

Ho già incontrato i nuovi concorrenti. Come al solito, ci sono concorrenti molto diversi e sono molto sorpresa da tutti. C’è veramente di tutto.

Questo è il quarto anno da conduttrice per te. Ti senti cambiata?

Sono cresciuta, mi sento molto più sicura. Mi sento nel mio posto. So che voglio fare questo nella vita, so che posso farlo e che mi diverte farlo. Questo programma ha una diretta molto impegnativa, abbiamo un pubblico che deve essere attento dopo la mezzanotte. Bisogna avere una grande energia. Mi sento molto bene e a mio agio sul palco. Ho scoperto di saper fare una cosa che mi piace fare molto. Senza timore.

Senti di avere delle insicurezze adesso?

Credo di essere davvero tranquilla, quest’anno. Mi sento pronta, felice di iniziare. Le insicurezze che ho sono più che altro speranze: spero che questo lavoro vada bene, che al pubblico piaccia il programma. Questa è la mia preoccupazione. Vorrei che si vedesse il lavoro che c’è dietro. Voglio essere l’ambasciatrice di tutto il lavoro che le persone fanno dietro le quinte, perché lo facciamo divertendoci, con passione. C’è un lavoro gigante dietro.

Hai affermato, in passato, che è un bel momento per noi donne. Ci sono finalmente ruoli attivi che vanno oltre il nostro corpo…

Sai, ti basta guardare i conduttori e le conduttrici. C’è una libertà molto diversa. Dalla mia posizione, vedo conduttori con le scarpe da ginnastica e le mani in tasca. Le donne, invece, hanno tutto un apparato di tacchi, vestiti e postura molto diversi. Rispetto ai conduttori, noi conduttrici abbiamo un’immagine e degli spazi diversi però mi piace che si stiano affermando delle donne con personalità diverse a cui si stanno affidando dei programmi fino alla fine, senza che siano complementari ad un uomo. Finalmente stiamo rivelando le donne. Siamo perfettamente in grado di tenere tutto sulle spalle. Noi donne abbiamo le spalle sufficientemente larghe.

Hai anche detto: io non sono stata scelta per la mia faccia.

Mi piaccio molto ma non ho l’aspetto di una velina o letterina. La mia crescita è stata un’evoluzione. Sono molto contenta di me stessa. I cambiamenti richiedono tempo.

Che rapporto hai con i social?

Io provengo dai social. Sono cresciuta su social e mi piace comunicare. Credo però che si stia esagerando. Abbiamo tutti perso un po’ il senso. In molti non hanno idea di quanto i social siano uno specchio minuscolo sulla vita delle persone. Qualche giorno fa una persona mi ha chiesto: Ma tu non hai amici? Non ci sono mai nelle foto con te?

Come se avere degli amici significasse postarli sui social. Sono piena di amici, semplicemente i miei amici non hanno piacere di stare di fare stories. Su Instagram mi espongo molto, dico quello che penso, mi faccio vedere struccata, in pigiama però sono soltanto io. Questo è quello che decido di mostrare io della mia vita. Le persone credono di avere il diritto di entrare nella tua vita, perché sei un personaggio pubblico. Mi sembra che le persone si impongano perché pensano che fai questo mestiere grazie a loro. Forse se sono qui è perché so fare qualcosa. Lavoro e lo faccio davvero. Sono una donna che è andata avanti, che veniva da niente perché non ho vinto Miss Italia, non ho fatto un reality. Non sono bellissima come le altre.

Daniela Collu, come ti descriveresti?

Romana, trentasei anni, continuamente in divenire. Voglio divertirmi e non avere mai paura. Una volta che impari a non ascoltare le tue paure, hai il mondo davanti a te.

Potrebbe interessarti

Pamela Quinzi, la Cenerentola di New York

Pamela Quinzi è partita da Roma alla conquista dell’America con un paio di scarpe ricamate a mano …

Nadia Rinaldi. Foto fornita dall'artista

Nadia Rinaldi: voglio emozionarmi sempre come una ragazzina, il segreto è divertirsi

Nadia Rinaldi attrice romana è stata un’allieva di Gigi Proietti nel suo laboratorio di esercitazioni …

Il sessuologo Marco Rossi. Foto di Daniele La Malfa

A tu per tu con Marco Rossi: la sessuologia nei tempi moderni

Incontrare un personaggio mediatico che si occupa di mente e comportamenti, è qualcosa di interessante …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.