Giusi Barone: arriva la sua “E’ troppo tardi”

Incontriamo la cantante napoletana Giusi Barone, e la sua passione per la musica, nata fin dalla tenera età, poiché in fondo è sempre stata insita in lei. La prima chance è però arrivata nel 2007, anno in cui ha superato l’audizione per lo spettacolo di Peppe Lanzetta, che si intitolava L’Opera di Periferia. Un ruolo che le ha aperto le porte del teatro Acacia di Napoli e del teatro Parioli di Roma.

Giusi Barone. Foto di Marco Carotenuto
Giusi Barone. Foto di Marco Carotenuto

Benvenuta su La Gazzetta dello Spettacolo a Giusi Barone. Cosa ci racconti dei tuoi esordi?

Nel 2007, anno di quello spettacolo, ho inoltre partecipato al concorso canoro Una Voce Per Mia Martini, dove mi è stato assegnato il Premio della Critica. Tuttavia, credo che l’esperienza più significativa sia stata quella che ho fatto nel 2010, anno in cui ho preso parte al musical C’era Una Volta Scugnizzi di Claudio Mattone. Nel 2015, inoltre, mi sono classificata al primo posto al Festival della Canzone Napoletana con il brano Voglia d’alluccà. Un testo profondo che parlava della violenza sulle donne. Penso che infatti che i cantanti, oltre a far divertire ed emozionare le persone, debbano dare a chi li ascolta dei messaggi.

Nel tuo percorso artistico, hai avuto due cantanti di riferimento: Eduardo De Crescenzo e Alicia Keys. Il primo l’hai scoperto quando aveva sette anni, mentre la seconda ha ispirato parte della tua adolescenza. Intanto, hai da poco lanciato il tuo nuovo singolo, che si intitola E’ Troppo Tardi ed è nato dalla collaborazione con Ario De Pompeis…

Nel video di E’ Troppo Tardi, abbiamo cercato di rappresentare la mia giornata tipo, con una ragazza che dopo una batosta sentimentale si rialza, si allena e cerca di darsi forza. Ario De Pompeis è l’autore e produttore del brano. Ci siamo conosciuti al Festival della Canzone Napoletana. A novembre 2020 mi ha telefonato, anche per parlare di Claudio Poggi, il primo produttore di Pino Daniele e mio manager attuale, e mi ha voluto fare ascoltare e leggere il testo di E’ Troppo Tardi. Sono rimasta a bocca aperta perché la canzone è stata la risposta a tante domande che avevo proprio in quel determinato periodo. Il testo parla della fine di una relazione, di una delusione amorosa. Ha come messaggio principale quello di non avere paura di lasciarsi alle spalle le cose che non vanno bene. Ciascuno di noi deve sempre delle possibilità, finché ci crede, ma non si deve avere paura di voltare pagina. Finché vivremo, ci saranno sempre delle possibilità di rialzarci dai momenti brutti, di migliorarci.

Nel video, al tuo suo fianco il modello e attore Gennaro Cassini. Il singolo farà da apripista all’uscita del nuovo album, cosa puoi anticiparci?

Stiamo già lavorando a dei nuovi inediti, che faranno parte del nuovo album, verranno affiancati da alcune cover, sia in italiano, sia in inglese in grado di rappresentarmi. Speriamo di fare uscire il lavoro ad agosto.