Greta Gray

Greta Gray: ecco Irony

Greta Gray

Greta Gray: una delle cantautrici più irriverenti e anticonvenzionali del panorama indipendente lancia Irony. Undici brani inediti in inglese che seguono la scelta di genere intrapresa dall’artista sin dai suoi primi acclamati singoli, quella del pop elettronico, e che vogliono tracciare i confini di una nuova dimensione.

Così l’album, carico di sintetizzatori, batterie elettroniche, sezioni d’archi e di fiati, passa per brani dance, come “Save Lady Gaga” e “Devil In Paradise”, sosta su altri ritmicamente più attinenti al mondo dub e dancehall, come “Black Mamba” e “Hands”, prosegue con un pezzo sfacciatamente rock come “Ride My Pony” e approda ad “Emma”, la ballata potente e minimale, quintessenza di uno stile ben lontano dalle mode e capace di durare nel tempo.

“Irony è il luogo cui appartengo, cui sempre sono appartenuta. Irony è dove ho potuto dire ciò che volevo dire esattamente come lo volevo dire. Irony è casa mia, l’unica dove desideri stare.”

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Vincenzo Peluso in un frame di Currite Currite

Vincenzo Peluso: la mia Napoli in Currite Currite

Raccontiamo Currite Currite, il brano grazie al quale Vincenzo Peluso si cimenta nella sua più grande passione: la musica.

Carlo Alberto Pasin

Carlo Alberto Pasin, vorrei vivere di musica

A tu per tu con il giovane cantautore Carlo Alberto Pasin, che ha pubblicato il suo primo album dal titolo: "Io", che ci racconta.

Corpoceleste

Corpoceleste, il cantautore dalla “capigliatura musicale”

Corpoceleste, cantautore che colpisce - non solo per il suo talento musicale - ma per la sua simpatica capigliatura che lo differenzia.