Serena Brancale, ecco l’album Vita d’artista

Arriva il nuovo album di Serena Brancale dal titolo Vita d’Artista. L’album è stato anticipato dal singolo omonimo in rotazione radiofonica.

Demodè, ironico, romantico ma spiccatamente groovy, “Vita d’Artista” rappresenta il microcosmo di Serena Brancale. Immaginando di avere solo 50 minuti per raccontarsi nasce un disco “libero”: cantautorale nel contenuto e jazz nella forma.

Serena Brancale. Foto da Facebook
Serena Brancale. Foto da Facebook

Dalla registrazione alla grafica, “Vita d’Artista” segue il concept di un disco anni 80’. Una live session svizzera di soli 3 giorni che conserva la freschezza della prima take.

A proposito del disco Serena dichiara: «Il processo di registrazione è stato breve ma creativo, due giorni con i miei straordinari compagni di viaggio in uno studio svizzero, “all in the mix” lasciando le tracce aperte per poi, pian piano, esaltare il groove ideale, così da far emergere l’anima di ogni brano. In richiamo alle modalità di registrazione del passato e ai suoi suoni, esaustiva è stata la scelta mirata del “magico vinile” che accompagnerà tutti i miei live. Il tocco anni ’80 è richiamato proprio da questa scelta perché “la sacralità del vinile induce a chiudersi in una stanza col giradischi e vivere la musica come esperienza. Con un bicchier di vino all’ascolto di “Più della musica” ma pronto a scattare al ritmo di “Come ti pare”».

Questa la tracklist di “Vita d’artista”: “Guerra in testa”, “Vita d’artista”, “Tempo”, “Più della musica”, “Quello che non va”, “Come ti pare”, “Paprika”, “Adesso”, “Andiamo via”, “Chiediti perché”, “I feel for you”.

Serena Brancale

Una delle voci più talentuose della scena musicale italiana. È riuscita a conquistare il grande pubblico con la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2015 dove ha presentato una versione raffinatissima del suo brano “Galleggiare”, contenuta nell’omonimo album uscito con la WARNER MUSIC ITALY.

Tante le personalità rimaste affascinate dalla sua voce e dalla sua incredibile personalità artistica: da Fiorello a Mario Biondi, Arisa, Tosca, Fabrizio Frizzi. Dopo la maturità classica e gli studi all’Accademia di Belle Arti di Bari in grafica pubblicitaria e fumetto, frequenta il Conservatorio dove si perfeziona nel jazz e nella tecnica d’improvvisazione. Intraprende gli studi musicali sin da piccolissima approcciandosi prima al violino, poi al pianoforte, parallelamente coltiva la sua passione per la recitazione e la danza, partecipando a corsi e stage specifici.

Non ancora diciottenne diventa la voce ufficiale di Radiobari e voce recitante in numerose compagnie teatrali. Partecipa alla pellicola di Alessandro Piva nel film dal titolo “Mio cognato” con Sergio Rubini e Luigi Locascio per poi interpretare, nel ruolo da protagonista, il film “Da che parte stai” di Puglia Film Commission e della sitcom “Sarà la fame”. Incominciano le sue Performance in tutta Italia promuovendo un progetto musicale a suo nome che la vede sul palco come cantante, musicista ed arrangiatrice. Dopo numerose presenze in Festivals e Clubs rinomati, collabora con Michele Torpedine ( storico manager di Bocelli, Zucchero, Giorgia , IL VOLO) con il quale sigilla il suo primo lavoro discografico dal titolo “Galleggiare” e partecipa al Festival di Sanremo 2015 riscuotendo grande successo di pubblico e di critica giornalistica.

Fino a grandi collaborazioni sui palchi più importanti in Italia e all’estero: dal tour con Mario Biondi e Il Volo, al progetto “Soulenco” con il batterista messicano Israel Varela, a Stefano Di Battista special guest del Serena Brancale 4tet.

Potrebbe interessarti

Serena Brancale. Foto da Facebook

Serena Brancale live al Blue Note con Fabrizio Bosso

L’eclettica cantautrice Serena Brancale prosegue i suoi live nelle città italiane con il tour Vita …

Lascia un commento