Premio Mario Musella 2013

E’ per questa sera il tanto atteso appuntamento con il premio Mario Musella, l’ormai tradizionale kermesse in memoria del carismatico leader degli Showmen al Maschio Angioino nell’ambito di Estate a Napoli in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Napoli.

Messo a punto nel corso di quattro edizioni, il format della manifestazione vedrà al centro del suo svolgimento le canzoni che Mario Musella portò al successo: a reinterpretarle secondo la propria cifra stilistica sarà una nutrita schiera di artisti che hanno accolto con entusiasmo l’invito di Franco Del Prete, direttore artistico dell’evento nonché compagno di viaggio del “pellerossa” di Piscinola.

Ad aprire la serata sarà Gianfranco Gallo che, accompagnato dalla home band diretta da Lino Pariota, si presenterà nelle vesti di cantante proponendo la sua versione di “Mi sei entrata nel cuore”. Come lui, si cimenteranno nel repertorio degli Showmen anche Valerio Jovine e Capone, chiamati ad impreziosire “Ma perché ami il gatto?”, M’Barka Ben Taleb, con un inedito mix della sua “Senza voce” e citazioni di riff degli Showmen , i Foja, alle prese con un’originale rilettura di “Che m’he fatto”, Nello Daniele, alle prese con “Sto cercando”.

E ancora: Brunella Selo e Dario Franco, con un toccante riarrangiamento di “Non si può leggere nel cuore”, Antonella Morea, che riproporrà “Marzo”, Sabba e gli Incensurabili, che si misureranno con “Basta che mi vuoi”, gli Imprenditori per caso, impegnati in una trascinante “Papa’s got a brand new bag”, gli Underground Science Naples (aka Tueff, Dopeone, Sonakine e ‘O pecone), con la cover in chiave hip hop di “Gloria, ricchezza e te”, Stefano Artiaco e Luca Maris, con le melodiche versioni di “Tu sei bella come sei” e “Come pioveva”, Gennaro Chiummariello con “Confessione” e, infine, con Vittorio Remino e Peppe Sannino che affiancheranno la band per riproporre “Get it”.

Molto attesa la performance degli Osanna che, in occasione del quarantennale della pubblicazione di “Palepoli”, presenteranno un medley delle canzoni dello loro storico album arricchite di citazioni di alcuni brani degli Showmen.

Quella del Giardino dei Semplici sarà, invece, un’esibizione particolarmente emozionante: la band guidata da Luciano Liguori dedicherà un’inedita versione di “Ci crederesti se” alla memoria di Bruno Bruno, indimenticato tour manager napoletano scomparso lo scorso anno proprio il 20 settembre.

Come di consueto, la lunga serata in programma al Maschio Angioino vivrà i suoi momenti clou con la consegna dei premi dedicati a Mario Musella: nel segno di un artista napoletano che seppe imporsi a livello nazionale combinando talento e originalità, un meritato riconoscimento alla carriera andrà a Peppe Barra, Nino Buonocore, Peppino di Capri, Gino Rivieccio, Giorgio Verdelli e allo stesso Gianfranco Gallo.

Motore musicale della manifestazione sarà la band composta da Franco Del Prete, che si alternerà alla batteria con il figlio Francesco, Massimo Volpe alle tastiere, Lino Pariota, alle tastiere e al piano nonché arrangiatore di tutti i brani, Chicco Accetta alla chitarra, Franco Iadicicco al basso, Maurizio Saccone al sax tenore e Giuseppe Esposito al sax baritono.

A tirare le file della serata organizzata dall’associazione Suoni del sud saranno, come da consolidata tradizione, Gianni Simioli e Carmine Aymone. Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.00. (Pippo Augliera)

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Nino D'Angelo - Il poeta che non sa parlare

Nino D’Angelo: ecco le date del tour 2023

Il Poeta che non sa parlare – Tour 2023 di Nino D’Angelo riparte con una serie di date. Ecco il calendario dei concerti dell'artista.

Claudio Baglioni live

Claudio Baglioni raddoppia a Caserta

Claudio Baglioni sarà alla Reggia di Caserta per un doppio esilarante concerto che racconterà i 50 anni della sua straordinaria carriera.

Atmosferico 2022 live Subsonica

Atmosferico 2022: il tour commemorativo dei Subsonica

La prima volta che ho assistito ad un live del Subsonica era il 2002, e con questo si celebrano i i live dei 20 anni da Amorematico.

Lascia un commento