Come scegliere l’abbigliamento streetwear

Sono ormai molti i brand streetwear che si possono tranquillamente acquistare anche in Italia. Per altro, grazie anche agli e-commerce, questo stile è sempre più apprezzato nel nostro Paese, anche se le sue origini risalgono a vari decenni orsono.

Cerchiamo di capire quali siano le caratteristiche essenziali dei capi streetwear, in modo che sia più semplice per chiunque scegliere quelli “giusti”, ma anche evitare di confonderli con un più generico sportswear, per non fare poi brutta figura. Lo streetwear è sì uno stile casual e sportivo, ma che si basa su capi iconici, molto particolari e diversi dal comune abbigliamento sportivo.

Cosa significa streetwear

Lo stile streetwear ha cominciato a svilupparsi negli anni ’70 e ’80 del ‘900 negli Stato Uniti, tra i ragazzi “di strada”, gli skaters che si incontravano nei parchi delle grandi città. Nato lì, ha poi continuato il suo sviluppo declinandosi in specifici capi di abbigliamento. Se a quel tempo in Italia tali capi erano indossati solo dai ragazzini, oggi sono diffusi un po’ ovunque, spesso mescolati all’abbigliamento più classico o elegante. L’abbigliamento proposto da Shapestore, ad esempio, o da altri siti del settore, possiede all’interno tutti i capi necessari per vestire streetwear: t-shirt con stampe e colori originali, sneakers comode e vistose, felpe abbondanti e super pratiche, giubbotti imbottiti e tanto altro.

Stussy-Shapestore-fw2021

Il tutto condito da: tessuti di alta qualità, finiture degne delle migliori sartorie e stampe che in alcuni casi sono vere e proprie opere d’arte. Alcuni brand propongono stampe che sono diventate vere e proprie icone, dai gattini bianchi alle scritte irriverenti; ci sono addirittura dei capi di streetwear che sono numerati, a dichiarare la loro reale esclusività.

Scegliere lo streetwear “giusto”

Per indossare streetwear è ovviamente necessario che questo stile piaccia. Si deve però considerare che non è difficile mescolare alcuni capi con un outfit più classico o addirittura formale. Una t-shirt colorata, con una stampa alla moda o una scritta ironica si può indossare sotto alla giacca di sartoria, senza che l’insieme diventi eccessivamente casual. Le sneakers dei migliori brand di streetwear sono perfette per andare in ufficio o a scuola, senza rinunciare allo stile, da una parte, e alla comodità dall’altra parte. Ricordiamo anche che oggi lo streetwear è molto diffuso, tanco che anche alcuni brand di alta sartoria hanno prodotto capi che si possono tranquillamente definire di questo stile. Una felpa di qualità o una t-shirt iconica sono quindi perfette anche come regalo di Natale: chi le riceverà sarà di certo lieto del dono.

Non chiamiamolo sportswear

Questo è un classico errore di comprensione e di generalizzazione, che purtroppo molti fanno. Nel senso che volendo i capi streetwear si possono indossare anche per fare sport e che sostanzialmente li si può considerare come abbigliamento sportivo e casual; questo però non significa che sportswear e streetwear siano termini che si possono utilizzare come sinonimi. Anzi, lo streetwear si connota in modo preciso e netto, tanto che chiunque può riconoscere un capo che fa parte di tale stile. Sportswear è invece il termine più generico, che indica sostanzialmente quei capi d’abbigliamento che si usano per lo sport, dalle classiche scarpe da basket, che si possono utilizzare anche ogni giorno, fino alle maglie tecniche, adatte più per la palestra o il trail running che per l’ufficio.

Alife streetwear

Dove trovare il migliore abbigliamento streetwear

Il vantaggio di questi nostri tempi è che chiunque può trovare ciò che cerca, rimanendo di fatto in casa propria. Internet sotto questo punto di vista è un aiuto prezioso: ci consente di andare in un qualsiasi negozio, senza di fatto uscire di casa. Sono disponibili in rete interi negozi completamente dedicati allo streetwear, che offrono sia i capi più “normali”, sia quelli più esclusivi ed originali, a prezzi concorrenziali.

Lascia un commento