Pamela Quinzi, la Cenerentola di New York

Pamela Quinzi è partita da Roma alla conquista dell’America con un paio di scarpe ricamate a mano da lei. Chiamata da tutti ‘Cenerentola di New York’ ha conquistato con tanta determinazione il mondo della moda da New York a Los Angeles.

Pamela Quinzi con Emma Marrone
Pamela Quinzi con Emma Marrone. Foto fornita dall’intervistata

Come e’ iniziata la sua avventura nel mondo nella moda?

Ho studiato come Fashion Designer prima a Roma, poi all’Istituto Marangoni di Milano. Dopo il diploma ho lavorato in Italia per nove anni con brand diversi, da Fiorucci a Extè e molti altri.

Come è arrivata nella Grande Mela?

Nel 2009 lavoravo per un brand a Milano ma arrivo’ la crisi e ci furono molti problemi, iniziarono a non pagarmi, ero molto stressata. Decisi di fare una vacanza per rilassarmi un po’ e andare a trovare gli zii in Canada, Montreal da li decisi di fare un viaggio a New York che non era distante da dove mi trovavo.

Cosa è successo a New York?

L’energia di Manhattan mi ha stregato. In quella settimana ho cercato lavoro per rimanere. Avevo con me il mio portfolio di lavori che avevo fatto nella moda in Italia e un paio di scarpe che avevo ricamato per gioco. Dopo qualche giorno aziende mi chiamarono per fare dei colloqui e poi finalmente un’azienda di accessori mi fece il primo contratto come Fashion Designer a Manhattan.

Come è nato il brand?

Una sera ad una cena ho conosciuto una ragazza a cui piacevano le mie scarpe. Mi ha proposto di fare una sfilata insieme. Da quel momento ho cominciato a creare sempre di più, la sera a casa dopo il lavoro nel mio studio di Chelsea ricamavo scarpe su scarpe. Nel 2012 ho deciso di lasciare il lavoro per creare il mio marchio, Kilame.

Cosa vuol dire vivere in America?

Il bello dell’America è che ci sono tante possibilità. Meno burocrazia e più apertura mentale, se hai un idea e vuoi farti valere puoi farcela.

Che ruolo hanno avuto i social media nella sua carriera?

Le mie scarpe sono state indossate da molte celebrità. Tra le italiane Emma Marrone e Elena D’Amario, ma Il sogno si è avverato nel 2017, quando l’attrice Blanca Blanco ha indossato le mie scarpe sul red carpet degli Oscar: le foto erano ovunque. I social media in questi anni mi hanno aiutato a far conoscere il mio brand internazionalmente tra Facebook, Instagram e il mio blog.  Racconto le mie esperienze, dove mi portano le mie scarpe. Mi aiuta molto che le celebrities mi tagghino, come la mamma di Justin Bieber.

Il libro ‘The Cinderella of New York’?

Ho deciso di scrivere e pubblicare il mio libro e raccontare la mia storia. Dall’Italia ai miei sogni di bambina, la crescita della mia carriera fino all’arrivo in America, quest’anno festeggio i miei primi 10 anni negli Stati Uniti. E’ stato un percorso non facile, ma con tanta passione sono andata avanti, con questo libro spero di dare coraggio ad altri di seguire i propri sogni e credere sempre nelle proprie capacita’. (Il libro e’ disponibile in lingua inglese su Amazon e uscirà in Italiano prima dell’estate).

Potrebbe interessarti

NYC Above and Beyond

NYC: Above and Beyond, arriva la mostra

L’Empire State Building e NYC & Company, ente del turismo di New York City, presentano …

Intervista a Marco Garofalo finalista alla World Photographic Cup 2019

Intervista a Marco Garofalo finalista alla World Photographic Cup 2019: “Basta ritocchi digitali, la foto deve …

Nadia Rinaldi. Foto fornita dall'artista

Nadia Rinaldi: voglio emozionarmi sempre come una ragazzina, il segreto è divertirsi

Nadia Rinaldi attrice romana è stata un’allieva di Gigi Proietti nel suo laboratorio di esercitazioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.