La bibbia degli spoiler

La Bibbia degli spoiler: 666 pezzi di ironia da Film e Serie TV

Chi ha paura degli spoiler? Sicuramente tutti gli appassionati di cinema e serie TV, ma ecco che da un’idea di Riccardo Deserti, in collaborazione con le penne di MoviePlayer, arriva questo nuovo libro ironico, irriverente e fuori dalle righe che non può mancare nelle case di tutti i cinefili pronti a ridere e sorridere dei propri film e serie TV preferite.

Una piccola e imperdibile bibbia che, se da un lato strizza l’occhio a chi ha già visto i titoli proposti, col suo approccio divertente e dissacrante punta a stuzzicare la curiosità di chiunque. Un libro che regala, pagina dopo pagina, piccole dosi di buonumore, includendo e giocando su quella “spoilerofobia” della quale, vista più da vicino, emerge anche e soprattutto il lato comico.

La Bibbia degli spoiler

Dei ben 666 titoli, dei quali 100 appartengono a serie televisive, che includono pietre miliari del grande e piccolo schermo tanto quanto i maggiori successi degli ultimissimi anni. Un piccolo libro oggetto, con un design ideale per essere esposto con orgoglio sugli scaffali di cinefili e non.

La bibbia degli spoiler

Al suo interno, oltre a un’accurata introduzione a cura di Luca Liguori, si susseguono senza soluzione di continuità i 666 titoli selezionati, ognuno dei quali accompagnato da uno spoiler ironico e irrispettoso, che rispecchia il lavoro alle spalle della stesura del libro. Dieci addetti ai lavori che si sono confrontati con passione su film e serie televisive, riversando all’interno del testo il clima ironico e dissacrante che ha accompagnato il lavoro congiunto della squadra di autori.

Le dichiarazioni

“Chi ha paura dello spoiler? Per chi, come noi, è chiamato ogni giorno a raccontare i film che ha visto e ad analizzarne i contenuti, lo spoiler è un elemento da non sottovalutare, ma a cui prestare sempre massima attenzione.

A causa di un’eccessiva “spoilerofobia” il rischio è quello di avere una critica sempre più superficiale e poco approfondita. Ed è proprio per questo che sempre più persone sembrano volersi liberare dalla cosiddetta “tirannia dello spoiler. – commenta Luca Liguori, Direttore Editoriale e tra gli autori del libro – Con questo libro abbiamo quindi scelto di non prenderci sul serio, scherzando ed esorcizzando quella spoilerofobia che, a vari livelli, interessa tutti gli amanti del cinema e ogni fedele appassionato di serie (inclusi noi). Abbiamo voluto dar voce a quei commenti scanzonati e senza filtri che in genere restano confinati alle chat fra amici, divertendoci a prendere in giro prima di tutto noi stessi“.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Non mi ricordo una mazza, di Gianni Mazza

Non mi ricordo una Mazza, di Gianni Mazza

Una vita in musica e televisione per il maestro Gianni Mazza che in questo periodo presenta il suo libro, "Non mi ricordo una Mazza".

Ian Giovanni Soscara

Se lo sapesse Jung, di Ian Giovanni Soscara

Parliamo di Ian Giovanni Soscara e del viaggio alla ricerca dell’anima nel libro "Se lo sapesse Jung" di cui ci racconta.

Verità fai-da-te, di Aldo Mantineo

Verità fai-da-te, di Aldo Mantineo

Uscito a novembre, "Verità fai-da-te Il pensiero critico argine alla disinformazione" è il nuovo libro di Aldo Mantineo.

Lascia un commento