Napoli, salute e romanzi: tre nuovi arrivi per Rogiosi

Oggi vi parliamo del catalogo di Rogiosi, che si arricchisce di tre nuove pubblicazioni di taglio diverso.

Libri e Scrittori de La Gazzetta dello Spettacolo
Libri e Scrittori: la rubrica letteraria de La Gazzetta dello Spettacolo

Jack Anderson

Del giovanissimo Francesco Mussolino, appena sedicenne, studente del liceo scientifico, appassionato di cinema e libri, che nel suo lavoro editoriale d’esordio, ricco di colpi di scena, racconta una storia che svela il grande valore dell’amicizia.

Con “Jack Anderson”, in libreria da giovedì 7 novembre, entra nel catalogo della casa editrice un giovanissimo autore. Francesco Mussolino ha solo 16 anni, frequenta il liceo scientifico, ama dedicarsi alle riprese video ed è un appassionato di cinema e libri. Gli piacciono molto i fumetti e pratica da dilettante il tiro con l’arco. E ora dà alle stampe il suo romanzo d’esordio, un romanzo capace di tenere il lettore con il fiato sospeso fino all’ultima pagina. Protagonista del racconto è Jack Anderson, che avrebbe giurato di essere un normalissimo adolescente di quindici anni, la cui vita si divideva tra casa, scuola e poco affidabili amici. L’incontro con Tommy, un ragazzino che sembra essere spuntato dal nulla e che sostiene di provenire da un’altra epoca, interrompe la sua banale e un po’ noiosa quotidianità. Jack non ha il tempo di approfondire la conoscenza di Tommy, che i due sono costretti a mettersi in fuga da pericolosi quanto misteriosi nemici, che danno loro la caccia. Inizia, così, un’avventura ricca di peripezie e colpi di scena, tra congegni supertecnologici e prove di coraggio, nel corso della quale Jack scoprirà qualcosa di completamente inaspettato su di sé e imparerà a conoscere il valore dell’amicizia.

L’uovo di Virgilio. Dentro Napoli: i luoghi della memoria, la memoria dei luoghi

Il testo di Vittorio Del Tufo e Sergio Siano, che hanno attraversato per anni Napoli nello spazio, ma anche nel tempo, battendo palmo a palmo il territorio alla ricerca del cuore esoterico e misterioso di una delle città più immaginifiche e stratificate del mondo, già autori di numerosi volumi dedicati alla storia e alle leggende di Partenope.

Il 4 dicembre, alle 18, lo spazio eventi laFeltrinelli Libri e Musica, in via Santa Caterina 23 (piazza dei Martiri), accoglie la presentazione del libro “L’uovo di Virgilio. Dentro Napoli: i luoghi della memoria, la memoria dei luoghi” di Vittorio Del Tufo e Sergio Siano. Già autori di numerosi volumi dedicati alla storia e alle leggende di Partenope, Del Tufo e Siano hanno attraversato per anni la città nello spazio, ma anche nel tempo, battendo palmo a palmo il territorio alla ricerca del cuore esoterico e misterioso di una delle città più immaginifiche e stratificate del mondo. Si sono addentrati nei misteri dell’archeologia, dell’esoterismo, della storia, dell’arte, dei culti perduti, della musica. E hanno raccontato, con parole e immagini, i miti e le leggende custodite dietro ogni strada, dietro ogni palazzo. Ne è venuto fuori uno straordinario documento giornalistico – L’Uovo di Virgilio – pubblicato da anni, ogni domenica, sulle pagine del quotidiano Il Mattino. Percorsi affascinanti tra le strade e i vicoli di Napoli, storie narrate e fotografate, miti di ieri e di oggi. Su tutto, la sfolgorante bellezza di Partenope, la città fondata secondo la leggenda dalla bella sirena che le ha dato il nome, e che si manterrà in vita, salda, finché il magico uovo di Virgilio sotto Castel dell’Ovo resterà integro. La penna dalle mille sfumature di Vittorio Del Tufo, redattore capo de Il Mattino, e le fotografie artistiche di Sergio Siano per un libro d’autore, da regalare e da regalarsi, per chi vuole scoprire Napoli da turista, e per chi la vive, ma sicuramente non la conosce abbastanza.

La mia vita da medico

Il testo di Gennaro D’Amato, professore universitario di Malattie Respiratorie, la cui autorità in materia è riconosciuta e stimata sul piano internazionale, che racconta i successi ottenuti nella sua carriera, la fatica fatta per raggiungerli, le esperienze che lo hanno segnato e cambiato, i suoi viaggi.

Gennaro D’Amato scrive per Rogiosi “La mia vita da medico”, raccontando i successi ottenuti nella sua carriera, la fatica fatta per raggiungerli, esperienze che segnano e cambiano, i suoi viaggi. Professore universitario di Malattie Respiratorie, la cui autorità in materia è riconosciuta e stimata sul piano internazionale, D’Amato accompagna il lettore in tutto il mondo, attraverso i suoi viaggi per motivi lavorativi e non. Tra un viaggio e l’altro, il racconto della sua vita da medico, tra le esperienze all’ospedale Cardarelli, il rapporto con i pazienti, l’adolescenza tra caserma e boyscout, gli studi e la lotta contro la sua acerrima nemica: l’asma bronchiale. Un viaggio tra i viaggi nella vita di un medico affrontato con il giusto mix tra professionalità e leggerezza per appassionare il lettore, che si ritroverà catapultato in storie che difficilmente avrà già sentito e che comunque non avrà mai vissuto con questa prospettiva. “La mia vita da medico” sarà presentato giovedì 21 novembre alle 18 al Gran Caffè Gambrinus, in piazza Trieste e Trento.

Lascia un commento