A tu per tu con Nicole Husel

Nicole Husel ci racconta il suo KissAndMakeup01

Nicole Husel è una vlogger, meglio conosciuta come KissAndMakeup01, il nome del suo canale di YouTube aperto nel 2009, oggi ha oltre 600.000 iscritti. Il 26 Agosto si è sposata nella sua Trieste con Tomaž, in esclusiva per La Gazzetta dello Spettacolo la prima intervista a Nicole dopo il matrimonio.

Nicole Husel al suo matrimonio. Foto di Max Pao.
Nicole Husel al suo matrimonio. Foto di Max Pao.

Fin da piccola hai avuto un’attrazione per il trucco e la moda. Hai trasformato questa passione in un vero e proprio lavoro. Com’è nato il canale KissandMakeup01

Il mio canale YouTube è nato per caso, le mie amiche continuavano a dirmi “sei così brava con il trucco, perché non apri un canale tutto tuo?” e così pian piano mi sono lasciata convincere. Un po’ per divertimento, un po’ per provare a sconfiggere la mia timidezza, ci ho provato, convinta che infondo, nessuno si sarebbe mai interessato a me. Ora le visualizzazioni solo su YouTube sono oltre 3 milioni al mese e, se mi soffermo a pensarci, ancora adesso mi sembra incredibile!

Su YouTube oltre 500.000 iscritti, qual è il tuo rapporto con i fans?

Il nostro è un rapporto di amicizia, ben diverso da quello che si può creare tra un personaggio televisivo con gli spettatori, o da quello di un cantante con i suoi ammiratori. In rete si interagisce in tempo reale, le distanze vengono eliminate, sento i miei follower vicini, come se mi fossero accanto. Sono cresciuta e sto continuando a crescere con loro, mi sostengono e mi trasmettono tanto affetto e sono felice se riesco a contraccambiare. Non per niente li chiamo “mia family”, perché c’é un rapporto speciale che ci lega.

Perché molti brand scelgono le blogger come testimonial?

È semplice, perché i canali più popolari hanno un grosso seguito e le aziende vogliono far conoscere i loro prodotti ed il loro brand al pubblico. È lo stesso motivo per il quale si pubblicizzano in televisione o sui giornali, vogliono arrivare a quante più persone possibili.

C’è ad sottolineare però che qui siamo avvantaggiati noi vlogger/blogger, in quanto il rapporto che ci lega al nostro pubblico è basato sulla fiducia e sull’onestà e chi ci segue sa bene che se parliamo di un prodotto, significa che ci sta piacendo davvero. Almeno per quanto mi riguarda, non sponsorizzerei mai un prodotto in cui non credo davvero, perché ci tengo ai miei follower e non li ingannerei. La televisione, il cinema ed i giornali invece propongono pubblicità sterili, non personali, quindi il pubblico non sa mai se può fidarsi o meno.

Qual è la difficoltà e quale la soddisfazione più grande del tuo lavoro?

Chiamarlo lavoro per me è strano, perché amo quello che faccio. C’è una frase che esprime al meglio questo concetto: “Se scegli un lavoro che ti piace, non lavorerai mai, nemmeno per un giorno, in tutta la tua vita”. Ed è verissimo!

La più grande soddisfazione? Non possono che essere i miei follower, la mia famiglia virtuale. Sapere che sono così tanti è una gioia immensa e, quando mi fermano per la strada per una foto o un autografo, è come incontrare un amico o un’amica di vecchia data. Sanno tutto di me e mi sembra di conoscerli da sempre. È una sensazione indescrivibile e surreale.

La difficoltà più grande invece sono le tante ore passate davanti allo schermo del computer o del cellulare, cosa che in pochi si immaginano. Sì, perché dietro ad un video di 10 minuti ci sono giornate intere di prove, di montaggio e di registrazione. Non esiste un orario fisso per quello che faccio, il che è fantastico, ma significa anche che non stacco mai. A volte rimango al computer fino alle 2 del mattino perché gli effetti speciali o il montaggio richiedono più tempo del previsto, oppure mi arriva un grosso numero di email dalle varie aziende e tra la preparazione di fatture e documenti, non ho il tempo di pranzare o cenare. Insomma, essere il boss di se stessi è splendido, ma significa anche che non smetti mai di pensare al lavoro.

E questo mi riporta al discorso di prima, quello che faccio per me non è un dovere, ma un piacere, ecco perché niente di tutto questo mi pesa, anzi! La soddisfazione di un video ben riuscito o di una sponsorizzazione di successo non hanno eguali!

Che cos’è per te la “bellezza”?

La bellezza esteriore è soggettiva, non esiste una risposta esatta a questa domanda. La bellezza interiore invece, a mio parere, significa essere gentili con il prossimo, senza aspettarsi nulla in cambio. Essere generosi e buoni anche con chi non può darti nulla, questo significa essere belli dentro.

Il 26 Agosto ti sei sposata con Tomaz, i tuoi fans hanno seguito tutti i preparativi tuoi e del tuo fidanzato, ci racconti però qualche segreto di questi giorni, un momento divertente che ancora non hai detto?

Il giorno delle nozze, per paura di essere in ritardo, ho organizzato trucco e parrucco con un anticipo così grosso, che poi sono rimasta per due ore sulla sedia, immobile, ad aspettare l’ora giusta per andare in chiesa. Avevo il velo (lunghissimo), ancora raccolto sull’appendino da una parte, il bouquet dall’altra, e non facevo che pensare “oddio sto per sposarmi!” Sembrava la scena di un film!

Progetti per il futuro?

In un futuro non troppo lontano io e Tomaž abbiamo intenzione di avere dei bambini e trasferirci in una casa più grande. Non mi piace creare troppi piani per il futuro, sono una persona che vive nel presente, ma di certo continuerò a creare e condividere contenuti online per i miei follower, rendendoli partecipi della mia vita come ho sempre fatto.

Lascia un commento