Festival Cinesophia: 90 anni di Clint Eastwood con i suoi film

Una interessante iniziativa legata al cinema quella del Festival Cinesophia, per i novant’anni della leggenda del cinema Clint Eastwood. Cinesophia, il festival di Ascoli Piceno che indaga la filosofia del cinema, ha deciso di dedicare al grande attore la sua quarta edizione, che si terrà, in una versione innovativa, proprio in occasione del compleanno di Eastwood il prossimo 31 maggio.

Festival Cinesophia 90 anni di Clint Eastwood

Braccio cinematografico del progetto Popsophia, laboratorio permanente dove il pensiero critico si contamina con i fenomeni pop della cultura di massa, Cinesophia dà vita al primo philoshow web. Una diretta digitale, motivata dalla sospensione degli eventi dal vivo causata dall’emergenza sanitaria, che non trascurerà però la dimensione fisica propria dei festival.

La serata infatti andrà in onda domenica 31 maggio, alle ore 21.30, dal Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno: fisicamente in questa magnifica location, la direttrice artistica Lucrezia Ercoli si collegherà con gli ospiti.

Gli eroi sono stanchi, questo il tema della serata, vede al centro del dibattito le forti figure del cinema di Eastwood. Dieci filosofi indagheranno il pensiero filosofico del suo lavoro cinematografico: i loro interventi saranno accompagnati dalla proiezione di alcuni estratti dei film che hanno visto la leggenda protagonista come attore o regista.

Tematiche e pensiero filosofico si uniranno grazie agli ospiti dell’evento: si parlerà di eroismo con Gianluca Briguglia che analizzerà Trilogia del dollaro; Umberto Curi, massimo esperto della filosofia del regista, ci parlerà de Il corriere – The Mule; Massimo Arcangeli rifletterà sull’Ispettore Callaghan; Ilaria Gaspari commenterà Brivido nella notte; Cesare Catà, accompagnando la visione di I ponti di Madison County, parlerà di amore romantico e dell’importanza della connessione emotiva nel mondo culturale; Simone Regazzoni indagherà la figura dell’allenatore-filosofo di Million Dollar Baby; Salvatore Patriarca si interrogherà sui meccanismi dell’odio a partire dal film Gran Torino. E ancora, si parlerà di diritti con Angela Azzaro che interverrà su Invictus – L’invincibile; Umberto Croppi approfondirà i temi de Gli spietati; mentre Riccardo Dal Ferro, divulgatore filosofico e youtuber, ci racconterà il pensiero di Richard Jewell.

La serata sarà intervallata da brani musicali eseguiti dal musicista Gianluca Pierini, unico – insieme alla direttrice artistica di Popsophia Lucrezia Ercoli – ad essere presente nel Teatro Ventidio Basso da cui sarà trasmesso l’evento.

Le dichiarazioni

Lucrezia Ercoli dichiara: “La quarta edizione del festival, prevista per lo scorso marzo e annullata a causa dell’emergenza Covid-19, era dedicata proprio a Clint Eastwood. Vogliamo cogliere l’occasione del suo novantesimo compleanno per uscire dall’asfissiante storytelling della pandemia che ha riempito tutti gli spiragli creativi della cultura italiana. L’evento del 31 maggio segna un punto di svolta: torniamo a produrre eventi culturali in modo nuovo e con soluzioni creative, come abbiamo sempre fatto“.

A causa dell’emergenza sanitaria gli appuntamenti che prevedevano la presenza fisica sono stati costretti a fermarsi, causando un enorme danno non solo alla proposta culturale ma anche all’economia dei lavoratori del settore. La dimensione ibrida di questa edizione di Cinesophia, con la sua diretta dal Teatro Ventidio Basso, è pensata per ripartire da chi anima gli eventi con il proprio lavoro, mettendo così in campo energie e competenze, senza dimenticare il rapporto con il territorio.

Lascia un commento