Universiadi, San Carlo e Ravello Festival in sinergia

Il rapporto di sinergia istituzionale e artistica tra il Teatro di San Carlo di Napoli e la Fondazione Ravello si rafforza in vista delle Universiadi 2019 così come annunciato nella conferenza stampa di stamattina dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca.

Sergei Polunin. Foto di Alexey Kerkis
Sergei Polunin. Foto di Alexey Kerkis

Il 22 giugno il Teatro San Carlo proporrà una vera e propria performance di “atletismo” musicale, ovvero la Maratona Beethoven che vedrà impegnato sul podio il Direttore Juraj Valčuha, alla testa di ben due orchestre, l’Orchestra e il Coro del San Carlo e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI per interpretare in un solo giorno tutte le Nove Sinfonie del genio di Bonn.

Le dichiarazioni

“Penso che il Teatro di San Carlo sia stata tra le prime Istituzioni – afferma la Sovrintendente Rosanna Purchia – a credere fermamente in questo straordinario e titanico progetto della Regione Campania, inserendo ben un anno e mezzo fa nella propria Stagione 2018-2019, il ciclo completo delle Sinfonie beethoveniane. Una vera e propria esecuzione ciclopica, un atto di coraggio produttivo unico in Italia. Dal mattino alla sera senza soluzione di continuità lo spettatore potrà godere di questa monumentale prova non solo di resistenza psico-fisica, ma di alto valore artistico”.

Il 12 luglio, invece, il Ravello Festival, apre una finestra tersicorea nel programma musicale e presenta, in coproduzione tra le due istituzioni e in collaborazione con ATER – Associazione Teatrale Emilia Romagna, lo spettacolo SACRÉ che porterà sul palco del Belvedere di Villa Rufolo uno dei più importanti danzatori al mondo: Sergei Polunin, offrendo, in questo modo, il proprio contributo al cartellone di appuntamenti connessi alle Universiadi.

L’8 luglio, il San Carlo proporrà uno spettacolo con il Coro di Voci Bianche (diretto da Stefania Rinaldi). La performance, che rientra nel progetto Alternanza Scuola/Lavoro vedrà la partecipazione dell’Orchestra Giovanile del Progetto Valore Cultura e dell’Orchestra del Conservatorio San Pietro a Majella dirette da Carlo Morelli. Gli interventi coreografici saranno a cura di Irma Cardano. Lo spettacolo, promosso dalla Curia di Napoli per volontà del Cardinale Crescenzio Sepe rientra, inoltre, nell’ambito degli incontri interreligiosi.

La presenza del San Carlo alle Universiadi è segnata, infine, dalla messa in scena di Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni sempre diretta dal Maestro Valčuha per la regia di Pippo Delbono (il 9 luglio).

Potrebbe interessarti

Corale di Ponticelli al San Carlo di Napoli

La corale dei bambini di Ponticelli, vince il concorso canoro del San Carlo

Un importante riconoscimento che premia gli sforzi di quanti a Napoli si impegnano per la …

Madama Butterfly al Teatro San Carlo. Foto di Luciano Romano

Madama Butterfly e il San Carlo per Arci Mare Bagnoli

Anche quest’anno, il Teatro San Carlo con lo spettacolo Madama Butterfly, rinnova il suo impegno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.