FestMed 2017

FestMed 2017 ed il successo del folk

Trionfo a Vallo della Lucania per FestMed

Sono oltre 10.000 gli spettatori che hanno affollato ed onorato i due giorni di FestMed, la kermesse dedicata alla musica popolare in scena a Vallo della Lucania (SA).

FestMed 2017

Un festival dedicato alla tradizione del folk del Sud Italia, ha celebrato e valorizzato l’identità della cultura cilentana con concerti e ospiti d’eccezione. Gli spettacoli hanno avuto la direzione musicale di Carlo Faiello che si è esibito sabato 29 con il concerto “Il ritmo della Felicità” in collaborazione con il Dipartimento di Musica Popolare di Vallo della Lucania, sede distaccata del Conservatorio di Salerno, uno show pensato per riannodare i fili della memoria che legano alla vita, alla festa e alla gioia.

Come si legge sul FestMed: “La tradizione non è guardare al passato, ma vuol dire tramandare qualcosa, un punto di vista, una visione del mondo che si contrappone al concetto di moderno legato solo alla moda. E’ stata una grande gioia vedere la piazza di Vallo gremita da tanti appassionati di musica popolare, una partecipazione attiva con canti e balli spontanei. Questa rassegna è cresciuta in maniera esponenziale rispetto al prima edizione e ora vogliamo fare un ulteriore salto di qualità, trasformandola in appuntamento nazionale e internazionale“.

La manifestazione, rientra nel progetto della Regione Campania, “Itinerari arte musica e cultura cilentana – Armonie sotto le stelle” che ha caratterizzato le serate di Vallo con una serie di concerti tra giugno e luglio. Il tutto in collaborazione con il Dipartimento di Musica Popolare di Vallo della Lucania, sede distaccata del Conservatorio di Salerno, primo esperimento didattico in assoluto rivolto allo studio e alla ricerca della cultura popolare diretto dal maestro Faiello.

La direzione artistica è di Santina De Vita, direttrice dell’Istituto musicale R.Goitre di Vallo della Lucania; il curatore scientifico Paolo Romano. “È stato un successo grandioso. Vedere l’alternarsi sul palcoscenico di tanti gruppi eccellenti è stato fantastico e coinvolgente per le numerose persone giunte a Vallo della Lucania. L’obiettivo del festival è stato raggiunto: il confronto con altre realtà provenienti da tutto il Sud Italia è stato un vero e proprio viaggio nella tradizione”, dice Santina De Vita.

Oltre al concerto di Carlo Faiello con open stage Rittantico, si sono esibiti venerdì 28: Mimmo Maglionico e i Pietrarsa, con la partecipazione di Fiorenza Calogero, Paolo Cimmino e Carlo Lomanto con lo spettacolo “World”, Tony Cercola Ensemble e Pietro Cirillo & Officine Popolari Lucane da Tricarico (MT).

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Il borgo di Castelfalfi

Castelfalfi: la poesia in un borgo sotto le stelle

Una notte piena di stelle a Castelfalfi, dove unendo arte e vino arriva la nuova edizione di Calici di Stelle, con Elisabetta Rogai.

La coppa del mondo per i Mondiali Qatar 2022. Foto dal Web unspash

Mondiali Qatar 2022: tutto quello che c’è da sapere

Le nazionali di Australia e Costa Rica sono due Paesi agli antipodi ma hanno una cosa in comune: accedere ai Mondiali di Qatar 2022.

Pop Orchestra Fantasy presenta Orchestra Artemus

Pop Orchestra Fantasy sbarca a Pompei

L’Orchestra Artemus con Pop Orchestra Fantasy sabato 6 Agosto farà un excursus nella musica pop a cominciare dagli anni ‘60.

Lascia un commento