Raiz per New ghetto songs

New ghetto songs, ecco Raiz

Raiz canta melodie ebraiche in chiave pop

Il palco come nuovo tempio; le melodie vocali ebraiche come moderno song-book. Questo è il senso del trasferimento, non solo spaziale, delle musiche della tradizione sacra ebraica dal luogo di culto alla sala da concerto.

Raiz per New ghetto songs

New Ghetto Songs – presentato al Teatro Vascello in collaborazione con Nuova Consonanza nell’ambito del Roma-Europa Festival il 15 e 16 novembre – è il frutto di una triangolazione tra un compositore, Yotam Haber, un cantante, Raiz, e un direttore d’orchestra, Daniele Del Monaco il quale, come elemento di connessione tra i due, rende la riscrittura rigorosa della musica ebraica masticabile e quindi restituibile in forma di canzone popolare.

Il risultato, “uno show di teatro pop, intrattenimento d’autore”, secondo Del Monaco, è frutto di un lavoro molto serio che ha un valore di documentazione storica, oltre che artistico.

Raiz, al secolo Gennaro Della Volpe, non è sicuramente estraneo a collaborazioni nate nel segno del confronto con sonorità e musiche appartenenti a universi culturali distanti: dall’elettronica dei Massive Attack al rock di Gianni Maroccolo, dal cantautorato di Pino Daniele alle sperimentazioni di Asian Dub Foundation. Non sorprende, dunque, che il leader degli Almamegretta sia voce di New Ghetto Songs. Un progetto che attraversa alcune delle melodie della comunità ebraica romana riattualizzandole in un live per orchestra, voce e incursioni elettroniche.

Punto di partenza sono le oltre dieci ore di registrazioni realizzate tra il 1940 e il 1960 dal musicologo italiano Leo Levi con l’obiettivo di documentare l’esperienza ebraica attraverso la musica e il suono, alle quali si aggiungono le trascrizioni dei canti liturgici a cura del Maestro Elio Piattelli, ancora oggi eseguiti dal Coro del Tempio Maggiore di Roma.

Un passaggio di tradizioni di generazione in generazione nel quale le musiche mutano, acquisiscono nuovo senso o vengono custodite e tramandate. A questo repertorio completamente reinterpretato da Haber, Del Monaco e il suo LCP Ensemble si aggiunge la voce di Raiz, che per l’occasione ha rivisitato e riscritto i testi delle canzoni. Il risultato è una reinvenzione e ricreazione del passato e del modo in cui alcune musiche giungono fino ai nostri giorni.

Autore: Anthony Moy

Potrebbe interessarti

Il borgo di Castelfalfi

Castelfalfi: la poesia in un borgo sotto le stelle

Una notte piena di stelle a Castelfalfi, dove unendo arte e vino arriva la nuova edizione di Calici di Stelle, con Elisabetta Rogai.

La coppa del mondo per i Mondiali Qatar 2022. Foto dal Web unspash

Mondiali Qatar 2022: tutto quello che c’è da sapere

Le nazionali di Australia e Costa Rica sono due Paesi agli antipodi ma hanno una cosa in comune: accedere ai Mondiali di Qatar 2022.

Pop Orchestra Fantasy presenta Orchestra Artemus

Pop Orchestra Fantasy sbarca a Pompei

L’Orchestra Artemus con Pop Orchestra Fantasy sabato 6 Agosto farà un excursus nella musica pop a cominciare dagli anni ‘60.

Lascia un commento