Gaetano Manfredi incontra Serena Rossi e la troupe di Mina Settembre. Foto da Facebook
Gaetano Manfredi incontra Serena Rossi e la troupe di Mina Settembre. Foto da Facebook

Mina Settembre: a Napoli Serena Rossi incontra Manfredi

Che la città di Napoli sia uno dei set più utilizzati negli ultimi anni per le serie televisive è certo, ed è il caso anche della fortunata Mina Settembre.

Protagonista una napoletana DOC come Serena Rossi, e le storie avvincenti ambientate in questa città e che hanno coinvolto con enfasi madri e figlie a prescindere dalla propria età, hanno fatto si che la serie diventi sempre più di interesse istituzionale, ed è per questo che “a sorpresa”, durante il set, il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, ha voluto incontrare troupe e protagonista in un momento di pausa.

Ascolta la colonna sonora originale della serie Mina Settembre:

Si legge sul profilo ufficiale del sindaco di Napoli: “Ieri mattina sono stato sul set di Mina Settembre. Serena Rossi è come Mina, sorridente e solare. È il volto di una Napoli positiva, variegata, accogliente, quella che tutti noi viviamo quotidianamente. La serie rappresenta uno spaccato di vita vera, con il mare che fa da cornice e con una luce incredibile che si propaga anche nelle piazze e in quei vicoli in cui il sole e il mare sono nel cuore delle persone.

Con i produttori abbiamo condiviso quanto sia importante per la nostra città l’industria cinematografica. La narrazione di Napoli, sulla quale stanno scommettendo leader del settore come la famiglia Lucisano, valorizza ed esalta le bellezze della nostra città, moltiplicando l’offerta turistica. Ci sono ricadute importanti sull’intero indotto, da quello alberghiero a quello della ristorazione. Ma c’è un dato ulteriore, forse il primo da considerare. Il cinema è una vera industria culturale, con tanti posti di lavoro innanzitutto. In ‘Mina Settembre’ sono coinvolte oltre 2000 professionalità, tra attori, tecnici, maestranze e comparse, di cui l’80% è napoletano.

Come Comune di Napoli il nostro impegno sarà duplice: coltivare il talento dei professionisti e dei tanti attori del territorio, allo stesso tempo investire sulle infrastrutture e su spazi dedicati e attrezzati per offrire alti standard tecnico – qualitativi all’industria dell’ audiovisivo“.

Booking.com

E questo è il bello di questa città, che ha tanto da offrire e tanto da far parlare, quindi cosa dire se non: ci vediamo a Napoli da vivere in presenza… e anche sul piccolo schermo!

Autore: Francesco Russo

Giornalista ed Imprenditore Digitale. CEO dell'agenzia di Digital Marketing FREVARCOM. Direttore responsabile ed editoriale del quotidiano La Gazzetta dello Spettacolo e coordinatore Editoriale di Oggi Quotidiano. Fondatore di magazine come Mangiamm, Vivo di Lusso, I Like Night e Prenotami.

Potrebbe interessarti

Gli alunni dell'Istituto Comprensivo Galluzzo di Firenze per Cinedecameron

Cinedecameron: il cinema per ricordare Boccaccio

Gli alunni dell'Istituto Comprensivo Galluzzo di Firenze grazie a Cinedecameron rivisitano, in un inedito cortometraggio Boccaccio.

Arte e digitale: 4 lavori creativi più richiesti. Foto dal Web

Arte e digitale: 4 lavori creativi più richiesti

La digitalizzazione è un fenomeno che sta coinvolgendo ormai tutte le sfere lavorative: ecco i lavori che uniscono arte e digitale.

Anna Mazzamauro e Paolo Villaggio in una scena di Fantozzi.

Anna Mazzamauro: i miei premi a Paolo Villaggio

Incontriamo Anna Mazzamauro, la nota attrice di teatro e cinema che riceve il Premio Penisola Sorrentina e ci racconta di Paolo Villaggio.

Lascia un commento