Monologando

Monologando: i finalisti della 1a edizione

Monologando

Sono sei gli autori finalisti della prima edizione di Monologando, Concorso per Monologhi Teatrali inediti, organizzato da Acli Arte e Spettacolo Padova con l’Associazione Teatro Amatoriale di Padova, il Patrocinio di Acli Arte e Spettacolo Nazionale e la collaborazione del Comune di Padova, Assessorato alla Cultura e Turismo.

Lo scopo del concorso, al quale hanno partecipato oltre sessanta autori provenienti da tutta Italia, è quello di promuovere la scrittura drammaturgica teatrale e dare la possibilità agli autori del testo di vedere rappresentato il loro monologo in uno spazio teatrale professionale, prima degli spettacoli della rassegna “Su il Sipario” che prenderà il via sabato 16 gennaio 2016 al Teatro Polivalente Don Bosco di Padova.

«Siamo entusiasti della risposta avuta nella prima fase di selezione. – racconta Gianluca Meis, Presidente di Ata.TeatroPadova e Acli Arte e Spettacolo – Sono arrivate molte iscrizioni, con una grande varietà di argomenti: dall’attualità alla storia, dalla piccola cronaca del quotidiano ai grandi temi su cui da sempre l’uomo si interroga. I giurati, che hanno ricevuto gli elaborati in forma anonima, hanno espresso il loro voto. Dal loro giudizio sono emersi i monologhi che passeranno alla fase successiva, cioè la messa in scena durante la rassegna teatrale su il Sipario. Il successo di questa iniziativa ci spinge già ad annunciare la seconda edizione per il prossimo anno».

I sei monologhi scelti sono: “Mamma era solo una signora” di Sandro Fracasso, attivo da circa vent’anni nel mondo della composizione poetica e dei reading; “Dust Lady” della giornalista e scrittrice Camilla Bottin; “Veleno” dell’autrice e performer teatrale Martina Procacci; “La demi vierge” di Tiziana Sferruggia, autrice segnalata alla ventiseiesima edizione del Premio letterario Italo Calvino; “Il boia innamorato” dell’autore teatrale Enzo Bensi; e “Io non sono grassa” dell’imprenditore e attore amatoriale Tomaso Carraro.

La giuria che ha selezionato i lavori era composta dal regista e attore Vittorio Attene, Marianna Bonelli, autrice dell’associazione culturale “Spritz Letterario”; Anna Bosco, curatrice del blog letterario “#Svolgimento”; Bianca Garavelli, giornalista e scrittrice; Barbara Garlaschelli, scrittrice finalista al Premio Strega nel 2010 e curatrice del blog “Sdiario”; l’attrice Barbara Giovannelli; la scrittrice Roberta Lepri, curatrice del blog “#Svolgimento”; Roberto Russo, Editore della Graphe.it; e gli scrittori Carlo Vanin e Paolo Zardi, candidato al Premio Strega 2015.

Le opere finaliste verranno recitate dall’autore o da persona da lui scelta di fronte al sipario chiuso illuminato da un “occhio di bue” nel corso della rassegna teatrale e saranno votate dal pubblico presente in sala, al quale si aggiungerà il voto di un’altra giura “tecnica” presente alle rappresentazioni. Alla fine il monologo che avrà ottenuto il punteggio maggiore durante le esibizioni dal vivo risulterà vincitore.
Il monologo più votato si aggiudicherà un premio di 500 euro e una targa che verrà consegnata l’ultima sera della rassegna “Su il Sipario” il 27 febbraio 2016 a Padova, al Teatro Don Bosco di via De Lellis 4.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Arte e digitale: 4 lavori creativi più richiesti. Foto dal Web

Arte e digitale: 4 lavori creativi più richiesti

La digitalizzazione è un fenomeno che sta coinvolgendo ormai tutte le sfere lavorative: ecco i lavori che uniscono arte e digitale.

Anna Mazzamauro e Paolo Villaggio in una scena di Fantozzi.

Anna Mazzamauro: i miei premi a Paolo Villaggio

Incontriamo Anna Mazzamauro, la nota attrice di teatro e cinema che riceve il Premio Penisola Sorrentina e ci racconta di Paolo Villaggio.

Il calendario delle spose 2023 presentato a Naoli

Presentati Calendario Spose e Studentesse 2023

Presentati ufficialmente il Calendario delle Spose e il Calendario delle Studentesse annualità 2023, e noi non potevamo mancare.