Fame webserie

Fame, 500 regole della convivenza

Realizzata a budget zero da un gruppo di ragazzi che sopravvivono a budget zero, FAME tenta l’esperimento di raccontare le quotidiane follie della convivenza fra tre individui appartenenti al sesso più disordinato. Mattia (Martino Zabeo), Giulio (Davide Fauri) e Andrea (Damiano Fusaro) condividono un appartamento, un salotto di cartone, la tendenza a fallire e l’orrore nei confronti di qualsiasi manifestazione dell’età adulta. Nel corso della serie i tre avranno modo di esplorare gli spaventosi universi del lavoro e della femminilità rimediando in entrambi i casi lividi più o meno figurati. Quello che ne risulta è un racconto senza freni, in bilico fra poetica sconnessa e demenzialità incalzante.

Fame webserie

FAME si ispira alle classiche sit-com americane, senza rinunciare a gettare uno sguardo ironico, ma rispettoso, a quel momento difficile e grottesco che caratterizza i giovani a cavallo fra laurea e primo impiego.

Ritmo, umorismo e un atteggiamento rilassato nei confronti della letteratura francese, sono gli ingredienti vincenti per una web serie che vuole divertire con intelligenza (almeno, quel tanto che basta per quietare il nostro cupo sceneggiatore).
FAME è il primo esperimento di web serie di alto livello realizzato in Veneto, territorio nuovo a questo tipo di produzioni. Fra le prime, in Italia, FAME sfrutta inoltre il rapporto simbiotico con un marchio come trampolino, trasformando uno showroom di arredamento nel teatro di posa della produzione. Un’azienda che ha reso noto il Nord-Est a livello internazionale abbraccia un progetto innovativo e insieme a un gruppo di artisti esordienti tenta di scacciare i fantasmi della crisi puntando su creatività, innovazione e tanta ironia.

Andrea Pertegato, Stefano Squarise e Nicolò Targhetta firmano e dirigono una produzione che vuole comunicare concretamente il senso di amicizia, il presente, le difficoltà e le vittorie del coinquilinato moderno, ma, soprattutto, che vuole dimostrare come la generazione raccontata (coetanea degli autori e dei produttori) cerchi, contro tutti e tutto, di guadagnarsi la propria felicità.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Il primo ciak del cortometraggio The Lottery

The Lottery: primo ciak a Roma

Primo ciak nella città di Roma per il film The Lottery, diretto da Giuseppe De Lauri e basato sul racconto di Shirley Jackson.

Karate man

Karate Man: il film sulla vita di Del Falco

Arriva in prima visione su Amazon Prime Video il film Karate Man, diretto da Claudio Fragasso, sulla vita di Claudio Del Falco.

Una scena di Dirty Dancing

Dirty Dancing, nel 2024 un altro sequel?

Il film Dirty Dancing è una pietra miliare del cinema, e si parla di un sequel di cui parliamo con il coreografo Robert Fletcher.

Lascia un commento