Visioni sonore 2013, immagini dal cinema di tutti i tempi

Cinemazero propone un lungo viaggio tra Cinema e Musica che attraverserà tutta l’estate per esplorare i classici appuntamenti con il jazz, ma non farsi mancare nemmeno delle tappe con il punk dei CSI o la musica napoletana del Principe Totò.

Una foto scena del film 300. Tra i film di Visioni sonore.
Una foto scena del film 300. Tra i film di Visioni sonore.

Cineconcerti e film musicali sono gli ingredienti della VII edizione di Visioni sonore, la rassegna nata dal connubio cinema/musica e appuntamento fisso del cartellone di Pordenone Estate in Città che si svilupperà dal 10 luglio al 12 settembre in un’imperdibile serie di appuntamenti, tutti a ingresso libero.

Si comincia con “Ornithology” mercoledì 10 luglio alle 21.30 al Chiostro di San Francesco: l’originale progetto di trasposizione del linguaggio del fumetto nella dimensione del cinema grazie all’abile pennello di Massimiliano Gosparini con le musiche originali del Terragnoli Quintet. Enrico Terragnoli – autore delle musiche – Paolo Botti, Gianni Massarutto, Piero Cescut e Zeno De Rossi sommeranno le loro influenze jazz, blues e funk per accompagnare questa storia a fumetti nata dai testi di Flavio Massarutto e le immagini di Gosparin, dove il dolore della perdita è colmato dalla forza della speranza e sogno, ricordo incanto e malinconia si intrecciano in una performance dal sapore vintage.

Mercoledì 17 luglio alle 21.30 il Chiostro di San Francesco si animerà con le suggestioni visivo emozionali di “Sand art: disegnare con la sabbia a suon di jazz”, l’incantevole spettacolo con la musica dal vivo del chitarrista Marco Fumis e della sassofonista Clarissa Durizzotto sulle immagini di pittura istantanea con la sabbia eseguite da Massimo Racozzi e Fabio Babich. “Carico sospeso” e “Mia Africa” sono le due performance – a cui si aggiungerà un terzo racconto ideato e improvvisato nel corso della serata – che sapranno coinvolgere e stupire il pubblico proprio attraverso  la sua semplicità e ricchezza emotiva, all’insegna della musica jazz. Juri Dal Dan torna sul palco di Visioni sonore con “Golem”, il capolavoro del Cinema Muto di Paul Wegener, mercoledì 24 luglio alle 21.30 al Chiostro di San Francesco. Presentato in anteprima al Mittlefest 2012, il lavoro vede accanto a Dal Dan anche Alessandro Mansutti (batteria) e Romano Todesco (contrabbasso) per accompagnare la visione di questo film sontuoso e drammatico con le musiche originali composte dal pianista pordenonese.

Francesco Magnelli, Gianni Maroccolo e Massimo Zamboni, ovvero i CSI, eseguiranno dal vivo le musiche inedite alternate alle basi di “Ko de Mondo” sulle scene del celeberrimo “Fantasma dell’opera” di Rupert Julian, nell’eccezionale appuntamento di mercoledì 31 luglio alle 21.30 nel Chiostro della Biblioteca Civica. Una visione sonora che unisce una della più grandi interpretazioni drammatiche del cinema muto – quella di Lon Chaney, star del cinema dei primi del Novecento – a una delle band più importanti del panorama italiano degli ultimi trent’anni. E chi lamentasse l’assenza dell’ex bandiera del punk rock e della sinistra più estrema, nonché frontman dei CCCP, potrà rifarsi mercoledì 7 agosto alle 21.00 al Chiostro di San Francesco, quando verrà proiettato “Fedele alla linea: Giovanni Lindo Ferretti”, il film dell’amico, “allievo di bottega” e regista Germano Maccioni. In questo documentario Ferretti ci regala una parte di sé che non aveva mai concesso altrove, mostrando il ritorno alle sue radici montanare e alla fede cattolica, in un cammino a ritroso compiuto anche con dolore, con la forza di un corpo devastato dalla malattia e di una mente sempre lucida, alla ricerca dei valori semplici ed essenziali della propria infanzia: gli animali, la natura, la religione.

Il tradizionale appuntamento in collaborazione con il Pordenone Blues Festival torna il 22 agosto al Chiostro di San Francesco con una vera chicca per gli amanti del genere proiettata in rotazione dalle 16.00: “We juke up in here: Mississipi Juke Joint Culture at the Crossroads” del pluripremiato regista Roger Stolle. Il documentario attraversa i mitici juke joint, i locali galleggianti deputati alla musica blues suonata dal vivo, raccontando la lunghissima tradizione nata nella terra del blues a cui appartengono. Rinnovata anche la collaborazione con Maravee, di cui verrà presentata l’anteprima della dodicesima edizione: un progetto in musica, su immagini legate alla I Guerra Mondiale.

Cambio di registro con l’ultima produzione originale della Zerorchestra e le splendide musiche composte da Saverio Tasca e Romano Todesco, lunedì 2 settembre 21.00 all’Auditorium Concordia: “Zerorchestra plays Alfred Hitchcock”. L’ensemble musicherà l’ultimo film muto del maestro e primo della grande stagione dei capolavori hitchcockiani del brivido: il celebre “Blackmail” (1929). Per questa occasione si esibiranno Bruno Cesselli (pianoforte), Gaspare Pasini (sax), Didier Ortolan (clarinetti), Giovanni Sperandio (oboe), Andrea Liani (corno francese), Paolo Dalla Pietà (flauti), Marco Milelli (clarinetti), Maurizio Cepparo (trombone), Sergio Bernetti (trombone), Romano Todesco (contrabbasso), Luca Colussi (batteria) e Luca Grizzo (percussioni), con la conduzione di Saverio Tasca.

Giovedì 12 settembre alle 20.45 all’Auditorium Concordia un’altra importante produzione musicale chiude il programma di questa nutrita VII edizione Visioni sonore: la Filarmonica di Pordenone propone “La mia banda suona… Totò”, un viaggio in immagini attraverso i film di Totò che lo vedono autore e cantante. “Carme Carme” dal film “Un turco Napoletano”, “Core analfabeta” da “Siamo uomini o caporali”, “Miss Mia Cara Miss” dal film “Totò a Parigi” sono solo alcuni esempi di come il pubblico potrà apprezzare il Totò musicista grazie alle parentesi musicali dei suoi film.

Potrebbe interessarti

Sergio Rubini, premio alla carriera dell'Ischia Film Festival 2020. Foto da Ufficio Stampa

Ischia Film Festival 2020: gli ospiti

Tornano i festival cinematografici live e tocca ad Ischia Film Festival, che sarà il primo …

Una foto della scorsa edizione de La Guarimba International Film Festival

Tutto pronto per La Guarimba International Film Festival 2020

Sarà una edizione sicuramente ridotta quella del 2020 per La Guarimba International Film Festival ad …

SiciliAmbiente Film Festival 2020

SiciliAmbiente Film Festival 2020: il focus sui cambiamenti climatici

Parliamo oggi di SiciliAmbiente Film Festival, il festival internazionale, da sempre importante punto di riferimento …

Lascia un commento