Festival Nuovo Cinema Europa 2014

Festival Nuovo Cinema Europa, 5a edizione

Da lunedì 7 a sabato 12 aprile 2014 torna a Genova per la V edizione il Festival Nuovo Cinema Europa, diretto da Angela Ferrari e organizzato da Profondità di Campo, insieme a Circuito Cinema Genova e a dieci Istituti di Cultura Europei presenti in Italia. Collaborano all’evento l’Università degli Studi di Genova, il Conservatorio di Musica Niccolò Paganini, il Teatro Altrove, la Fondazione Cineteca di Bologna e la Società Italiana di Psichiatria/Sezione Regionale Ligure – Gruppo Giovani Psichiatri. Il Festival è sostenuto fin dalla I edizione dal Comune di Genova e ha il patrocinio della Regione di Liguria, della Provincia di Genova e del Comune. L’ingresso è libero.

Festival Nuovo Cinema Europa 2014

12 proiezioni, 10 istituti di cultura europei partecipanti, 9 paesi europei rappresentati, 9 lingue parlate, 7 registi under 35 tra cui il più giovane regista d’Europa, 4 dibattiti, 3 sedi coinvolte e 2 eventi speciali: una settimana interamente dedicata al cinema europeo, con un programma ricco di eventi, incontri, dibattiti e proiezioni dilungometraggi europei degli ultimi due anni firmati da registi emergenti, con una selezione di opere prime e anteprime italiane, oltre a una nuova sezione dedicata ai cortometraggi. I film sono presentati tutti in lingua originale sottotitolati in italiano, con proiezioni alle ore 18.30 e alle ore 21.00, seguite dai dibattiti serali con i registi e i protagonisti dei film. Completano il programma un evento su Cinema e Psiche e una proiezione/concerto.

Per la SEZIONE LUNGOMETRAGGI / NUOVE PROPOSTE partecipa per la prima volta al Festival l’Istituto Polacco di Roma, con il film “Bejbi Blues” di Kasia Rosłaniec (Polonia 2012). Sempre per il cinema dell’Europa centro-orientale partecipano inoltre già dalla scorsa edizione l’Istituto Culturale della Repubblica Ceca, che presenta quest’anno “Bez doteku” di Matěj Chlupáček (Repubblica Ceca 2013), e l’Istituto Slovacco di Roma con l’Ambasciata della Repubblica Slovacca, che presentano “Ďakujem, dobre” di Mátyás Prikler (Slovacchia 2013). Rinnova la partecipazione al Festival anche l’Instituto Cervantes di Milano, presente quest’anno con il film “Tots volem el millor per a ella” di Mar Coll (Spagna 2013). Tutti gli altri Istituti partecipano al Festival fin dalla I edizione: il Centro Culturale Italo-Austriaco presenta insieme al Forum Austriaco di Cultura di Milano il film “Mein blindes Herz” di Peter Brunner (Austria 2013), il Goethe-Institut Genua partecipa con “Vergiss mein nicht” di David Sieveking (Germania 2012) e “Die Familie” di Stefan Weinert (Germania 2013), che viene presentato in occasione dei 25 anni dalla caduta del muro di Berlino. Infine l’Alliance Française Galliera de Gênes partecipa, insieme all’Institut Français Italia e all’Università di Genova, con il film animato “Couleur de peau: miel” di Jung & Laurent Boileau (Francia/Belgio 2012), nell’ambito di una nuova SEZIONE DEDICATA AL CINEMA DI ANIMAZIONE, in cui verranno presentati anche i due cortometraggi animati “El ruido del mundo” di Coke Riobóo (Spagna 2013) e “Mademoiselle Kiki et les Montparnos” di Amélie Harrault (Francia 2013). È in programma anche una SEZIONE NUOVO CINEMA ITALIANO, con il cortometraggio “Quasi padre” di Federico Mottica (Italia 2013). Infine per la SEZIONE CINEMA STORICO EUROPEO viene presentato a cura del Conservatorio di Musica Niccolò Paganini e di Profondità di Campo, in collaborazione con la Fondazione Cineteca di Bologna, il cortometraggio “Ballet mécanique” di Fernand Léger e Dudley Murphy (Francia 1924), eseguito dal vivo da 16 musicisti del Conservatorio.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Il primo ciak del cortometraggio The Lottery

The Lottery: primo ciak a Roma

Primo ciak nella città di Roma per il film The Lottery, diretto da Giuseppe De Lauri e basato sul racconto di Shirley Jackson.

Karate man

Karate Man: il film sulla vita di Del Falco

Arriva in prima visione su Amazon Prime Video il film Karate Man, diretto da Claudio Fragasso, sulla vita di Claudio Del Falco.

Una scena di Dirty Dancing

Dirty Dancing, nel 2024 un altro sequel?

Il film Dirty Dancing è una pietra miliare del cinema, e si parla di un sequel di cui parliamo con il coreografo Robert Fletcher.

Lascia un commento