Passaggi Festival, la saggistica a Fano

Scrittori, giornalisti, artisti, attori e scienziati a Fano per il Passaggi Festival.

L’edizione 2019, la settima del festival ideato e diretto da Giovanni Belfiori, si arricchisce di contenuti e rassegne, incentrate sul tema “C’era una volta in Europa”, grazie anche al lavoro del comitato scientifico, presieduto da Nando dalla Chiesa e composto da Marino Sinibaldi, Alessandra Longo, Lorenzo Salvia, Giorgio Santelli, Claudio Novelli.

Passaggi Festival
Una serata a Passaggi Festival. Foto da Ufficio Stampa

Dal pomeriggio fino a mezzanotte, la città adriatica tornerà ad essere la capitale dei ‘Libri vista mare’. Dalla piazza XX Settembre al mare, dal Pincio alla chiesa di San Francesco, dalla Mediaeca al Teatro della Fortuna, un’invasione di libri e non solo, ma anche teatro, mostre d’arte e di fotografia, incontri con la scienza, workshop, laboratori per i più piccoli, cortometraggi, visite guidate e un festival nel festival, “Fuori Passaggi”, dedicato al pubblico più giovane.

Le rassegne librarie

Dieci le rassegne librarie, tra cui la rassegna “Grandi Autori”, in piazza XX Settembre dove sarà allestito il palco centrale. Lì saliranno la conduttrice televisiva Rita dalla Chiesa con un libro nel quale racconta la sua vita a partire dal drammatico 3 settembre 1982 quando Cosa Nostra uccise a Palermo il generale Carlo Alberto dalla Chiesa, suo padre; l’attrice Lella Costa che ha scritto un saggio sulla patrona d’Europa Edith Stein; il giornalista francese Bernard Guetta autore di I Sovranisti (Add), e poi ancora lo psichiatra Paolo Crepet, il sociologo Nando dalla Chiesa, l’ex premier Paolo Gentiloni, il giornalista e conduttore tv Massimo Giletti, l’ex ministro Giulio Tremonti, il sondaggista Nando Pagnoncelli, l’economista Giulio Sapelli, che converseranno con illustri ospiti illustri e con i giornalisti delle maggiori testate come Marino Sinibaldi (direttore Rai Radio 3), Angelo Polimeno (vicedirettore del Tg 1 e autore a sua volta del saggio”Alto tradimento”, inserito tra i libri segnalati dal festival), Paolo Del Debbio (Rete 4), Alessandra Longo (la Repubblica), Giorgio Santelli (Rainews24), Andrea Purgatori (La 7), Lorenzo Salvia (Corriere della Sera).

I premi di Passaggi Festival

Per i “Grandi Autori” anche due ospiti di eccezione, l’ideatore e conduttore di Presa Diretta, Riccardo Iacona e lo psicanalista Massimo Recalcati, ai quali andranno i due premi assegnati nell’ambito del Festival. Iacona giovedì 27 giugno ritirerà, dalle mani di Ivana Monti Barbato, il Premio Andrea Barbato 2019, patrocinato dall’Ordine giornalisti, mentre domenica 30 giugno Recalcati ritirerà il Premio Passaggi 2019, riconoscimento che viene conferito a una personalità che si è distinta per l’attività di saggistica e per la figura morale.

Ancora tanta saggistica nelle diverse sedi del Festival. Alla chiesa di San Francesco la saggistica al femminile: Flavia Fratello de La 7 e Meri Pop di Repubblica Live incontrano, tra le altre, la giornalista Luciana Castellina con il suo “Amori comunisti “ (Nottetempo), la food editor del Corriere della Sera Angela Frenda che presenterà il suo “La cena perfetta” (Solferino), la giornalista e sceneggiatrice di tante fiction di successo Maria Venturi con il suo ultimo libro “Cuore Matto” (Solferino), la conduttrice tv Daniela Collu con “Volevo solo camminare” (Vallardi) sul cammino di Santiago.
Sempre alla San Francesco troviamo i libri per stare bene di “Passaggi di Benessere” in collaborazione con Aboca, ospiti Massimo Cirri di Caterpillar Rai Radio 2, l’esperta della Prova del Cuoco Stefania La Badessa, Sandro e Maurizio Di Massimo, Alan Wayne Berti.

I “Libri in cortile” di Palazzo de Pili propongono alcune chicche editoriali come la storia del movimento omosessuale marchigiano di Jacopo Cesari e un duplice ritratto di Paolo Volponi, curato dalla critica letteraria Manuela Pistilli che converserà con Caterina Volponi, figlia dello scrittore urbinate a 25 anni dalla sua scomparsa, e infine “Fano – Passaggi in città”, guida turistica curata da Ippolita Bonci Del Bene e Giovanni Belfiori, che propone itinerari per scoprire storie e luoghi insoliti di Fano.

La Mediateca Montanari ospita gli incontri di Saper Fare, laboratori per scrivere e leggere meglio attraverso i libri, con Francesca Giommi, autrice de “Il tesoro degli ashanti. Viaggio in Ghana” (Aras) e Leonardo Luccone, autore di “Questione di virgole – Punteggiare rapido e accorto” (Laterza), ed anche la rassegna “Piccoli asSaggi, la saggistica per diventare grandi”, che ospita lo scrittore e sceneggiatore Paolo di Paolo, il filosofo Armando Massarenti, la storica Elisabetta Serafini con l’illustratrice Caterina di Paolo.

L’estero

Una grande novità di questa edizione è l’apertura alla narrativa, quella che viene da una parte molto sensibile del nostro continente, tenendo bene in conto il tema di quest’anno. Alla Chiesa di San Francesco esordisce “Europa/Mediterraneo. Passaggi ad Est”, la nuova rassegna dedicata al romanzo di area balcanica con autori tra i più interessanti, come la bulgara ZdravkaEvtimova, il montenegrino Andrej Nikolaidis e l’albanese Bashkim Shehu, insieme all’italiano Lorenzo Pavolini.
Tra i generi extra saggistica ritroviamo poi la poesia di Passaggi DiVersi, promossa con la collaborazione della rivista “Verso Dove”, ospite d’onore Milo De Angelis, una delle voci più importanti della poesia italiana intervistato da Roberto Galaverni.

I giovani

Al Pincio sarà allestita la rassegna Fuori Passaggi, la parte ‘giovane’ del festival, condotta da Matteo B. Bianchi (che presenterà il suo “Yoko Ono, Dichiarazioni d’amore per una donna circondata d’odio”) e Daniela Collu, dove si incontreranno autori di libri provenienti da altri mondi come l’arte, il web, la musica. Tanti ospiti tra i più amati dai giovani, come la giovanissima scrittrice Sofia Viscardi e la sua autrice e content strategist Irene Graziosi, i video producer Casa Surace, la critica musicale Giada Cavaliere, il cantautore Dente, la band Lo Stato Sociale che ha debuttato nel mondo dei graphicnovel insieme al fumettista Luca Genovese, il dj Lele Sacchi e i conduttori radiofonici Matteo Bordone di Rai Radio 2 e Diego Passoni e Valentina Ricci di Radio Deejay.

Sempre al Pincio Alessio Trabacchini di Fumettologica.it e il fumettista Tito Faraci incontreranno gli autori di Passaggi fra le Nuvole, la rassegna dedicata ai graphic novel. Ospite d’onore Mauro Biani, fumettista, illustratore e blogger, dal 2012 vignettista de il Manifesto intervistato dal direttore di Rai Radio 3 Marino Sinibaldi, e poi un maestro del genere come Vittorio Giardino, il neo premiato ai Comicon 2019 Paolo Bacilieri, il maestro del fumetto argentino Josè Munoz, il Magnifico rettore dell’Università di Camerino Claudio Pettinari in un incontro che unisce scienza e fumetto, Lorenzo Ghetti, Mattia Labadessa, Cristina Portolano e Josephine Yole Signorelli in arte “Fumettibrutti” il nuovo grande fenomeno del fumetto italiano esploso in rete.

Gli ospiti

Ma Passaggi non è solo libri. Tante le iniziative collaterali del Festival. Dal teatro arrivano due bravissimi attori che sono al momento tra i volti più amati e conosciuti anche del piccolo schermo. Protagonisti di “Ad Alta Voce”, il format, curato da Lorenzo Pavolini, che Radio 3 ha portato a Passaggi da qualche anno, saranno Lino Guanciale e Milena Vukotic, i quali leggeranno in notturna brani da due famosi romanzi, “Cuore di Tenebra” di Joseph Conrad e “La Storia” di Elsa Morante, in uno scenario particolarmente suggestivo: la chiesa neoclassica a cielo aperto di San Francesco, nel centro storico fanese.

Le mostre

Evento in anteprima del Festival, l’inaugurazione, lunedì 24 giugno, delle cinque mostre in programma quest’anno, collocate in cinque tra i più significativi palazzi e monumenti del centro storico di Fano. Alla Galleria del Monte il fotoreporter Giorgio Bianchi che ha raccontato con le sue immagini le guerre in Siria e in Ucraina, a Palazzo De Pili la giovane fotografa di scena forsempronese Cristina Pergolini, al Teatro della Fortunalacollettiva di Centrale Fotografia, allo Spazio Pagani di Palazzo Bracci l’incisore fanese Giordano Perelli e, dulcis in fundo, alla Mediateca Montanari la mostra di illustrazioni e disegni di Mauro Biani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.