La Quarta dimensione nella fotografia di Mario Giacomelli e Mario Vespasiani

La Quarta dimensione

Inaugura oggi alle ore 18 presso “IDILL’IO” la galleria di Pio Monti a Recanati, La quarta dimensione nella fotografia di Mario Giacomelli e Mario Vespasiani. La Quarta Dimensione per Mario Vespasiani è l’affinità con alcuni maestri dell’arte italiana, presenti in vari momenti della sua ricerca, non un “omaggio” ma un dialogo diretto e rispettoso portato avanti da diversi anni con la giusta dose di audacia.

Dopo Lorenzo Lotto, Osvaldo Licini e Mario Schifano è la volta di Mario Giacomelli, il grande fotografo che meglio di chiunque altro ha saputo raccontare con una sensibilità descrittiva ricca di sublime poesia, il paesaggio leopardiano e i temi del nostro vivere come l’amore. Le immagini di Mario Vespasiani sono tratte dalla serie Mara as Muse dove la sua donna è ritratta come icona di bellezza a contatto con la natura fino a perdere il senso della carne.

S’instaura tra le opere dei due autori, entrambi marchigiani, un dialogo di forte impatto emotivo dove “la buona terra” delle Marche si esprime nelle ossa, nella pelle, nei capelli di corpi come scenari di esperienza in cui l’essenza vitale è immutabile ed eterna. I loro sguardi fissano attimi di estrema interiorità rivelata dal senso astratto del bianco e nero, per restituirci momenti di poesia da contemplare in tutti i suoi aspetti ne La Quarta dimensione.

Autore: Anthony Moy

Potrebbe interessarti

Heldin durante un gioco di illusionismo. Foto da Facebook

Heldin racconta le sue illusioni

La Magia è una cosa seria. Lo sa bene Heldin, Egidio Russo, che ha trasformato la passione per la prestidigitazione in un lavoro.

Matilde Brandi

Matilde Brandi: lo spettacolo dal vivo merita sempre di essere sostenuto

La show-girl romana Matilde Brandi si mette a disposizione dell'imprenditoria e accetta di fare la consulente artistica del Mamì Bistrot.

Anbeta Toromani ed Alessandro Macario a Benevento. Foto di Ezio Bevere

Chopin a Benevento tra musica e danza

Al di là di guerre, pandemia e siccità c’è nella gente il desiderio di tornare alla normalità e lo vediamo a Benevento.