YO MA YO, il nuovo singolo di Edea

Oggi, 20 aprile 2014 esce su Itunes e su tutti i digital stores il nuovo singolo di Edea YO MA YO, prodotto da Lorenzo Sebastianelli e Alessandro Colapicchioni per Verba Manent. Edea continua il suo viaggio di ricerca che sta segnando la sua nuova produzione, esplorando questa volta sentieri più intimi e acustici.

Dopo le sofisticate sonorità jazzate di “Io sono la neve” lo spirito pop dance di “Ho Chiesto Scusa Al Mondo“, e la ballad etnica “L’amore ci fa liberi”, Edea intreccia una preghiera di spirito africano (Yo ma yo è un incipit dei canti di lavoro di una regione della sua terra d’origine) al canto di una chitarra sola, con l’intenzione di andare dritto al cuore di chi ascolta senza filtri e postproduzioni. Continua la felice collaborazione con Tony Zecchinelli per i video. Anche qui il linguaggio si purifica, con immagini asciutte e silenti, dominate dal colore bianco, in contrasto alla pelle di Edea. Il singolo è già in programmazione radiofonica e ci accompagnerà per tutta la primavera, in

attesa dell’estate, dove, ancora una volta, Edea ci sorprenderà cambiando direzione con un operazione del tutto nuova. Edea abbraccia così una filosofia poco consueta in Italia, ma ordinaria nel mainstream americano o inglese, dove le grandi pop singer con coraggio e talento non ripetono mai loro stesse.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Pierangelo Bertoli - Due voci intorno a un fuoco

Vent’anni senza Pierangelo Bertoli

Bertoli, vent’anni di carriera, poi oltre. Il 7 ottobre 2002 Pierangelo Bertoli muore a causa di un cancro a poco meno di sessant’anni. 

Ivan Francesco Ballerini

Ivan Francesco Ballerini: il poeta che scrive con la chitarra

Ivan Francesco Ballerini presenta "Racconti di mare - La via delle spezie", l'ultimo album targato Long Digital Palying

Gigi D'Alessio - Piazza del Plebiscito 2023

Gigi D’Alessio torna a Piazza Del Plebiscito

Arriva un nuovo annuncio di Gigi D'Alessio condiviso tramite video sui suoi canali social, che vi riportiamo di seguito:

Lascia un commento