Andrea Preti al cinema ne fa “Di tutti i Colori”

Andrea Preti torna sui grandi schermi dal 18 luglio con il film “Di tutti i Colori”, diretto da Max Nardari e prodotto da BELL Film, che vede un cast di tutto rispetto composto tra gli altri da Tosca D’Aquino, Nino Frassica, Giancarlo Giannini, Alessandro Borghi, Paolo Conticini.

Andrea Preti con Nino Frassica sul set di Di tutti i Colori. Foto di Marco Flammini
Andrea Preti con Nino Frassica sul set di Di tutti i Colori. Foto di Marco Flammini

Nella pellicola Andrea ha il ruolo di Giorgio, un bugiardo patologico che pur di non dire la verità arriva addirittura a dichiararsi gay quando in effetti non lo è. Questo allo scopo di trovare lavoro all’interno di una casa di moda.

Qui Giorgio incontra Olga, un’affascinante ragazza russa che lavora nella stessa maison in qualità di vicepresidente e per conquistarla, per la prima volta nella sua vita, Giorgio sarà costretto a dire la verità e a diventare una persona onesta. “Di tutti i Colori” è la nuova prova d’attore di Andrea Preti, trentuno anni, nato a Copenhagen. Trasferitosi prestissimo in Italia, Preti ha lavorato da subito come modello per famosissimi stilisti tra i quali Dolce & Gabbana ed ha girato diversi spot pubblicitari ma la sua grande passione è sempre rimasta la recitazione.

Per questo ha studiato presso la Susan Batson Academy a New York e si è diplomato al prestigioso The Lee Strasberg Theatre & Film Institute di Los Angeles affinando le proprie capacità artistiche. Protagonista nel 2013 di due videoclip (di Chiara Galiazzo e di Renato Zero), Preti ha preso parte alla fiction di Canale 5 Furore con Giuliana De Sio e Stefano Dionisi. Nel 2014 ha girato il suo primo cortometraggio da regista e attore protagonista, The Wolf Man. Preti ha debuttato sui grandi schermi nel 2015 con One More Day, film di cui è stato attore protagonista, sceneggiatore e regista, con Stefania Rocca vincendo il primo premio al Festival del Cinema Italiano a Mosca.

Con “Di tutti i Colori” Andrea si cimenta in un ruolo particolarmente brillante dopo quello di Detective per Caso, diretto da Giorgio Romano, che mette in luce importanti tematiche sociali come la disabilità e l’accettazione del “diverso” come prezioso elemento grazie al quale crescere umanamente.

Potrebbe interessarti

Sergio Cammariere. Foto da Ufficio Stampa

Cerveteri per i 15 anni di UNESCO

Cerveteri festeggia 15anni dall’entrata nella lista Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e lo fa con uno straordinario …

Giancarlo Giannini e Lina Wertmuller al Premio Kinèo

Premio Kinéo presentato al Festival di Cannes

Al 72 Festival di Cannes, si è tenuta la presentazione della 17 edizione del Premio …

Tosca D'Aquino per Sunrise

Tosca D’Aquino special guest per Sunrise

La bella attrice vulcanica ed eclettica Tosca D’Aquino, partenopea nel sangue che spazia con disinvoltura …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.