Chi ha ucciso il morto? Il comic-noir di Palma, Scarpato e Ciccariello

Metti la storia di un crimine dove ci è scappato il cadavere, metti un commissariato “un po’ particolare” e metti una serie di indiziati stravaganti, ed ecco che arriva “Chi ha ucciso il morto?“.

Pasquale Palma in uno dei personaggi di Chi ha ucciso il morto
Pasquale Palma in uno dei personaggi di Chi ha ucciso il morto

Lo spettacolo che arriva dalla penna di un trio (ormai collaudato) come Pasquale Palma, Gennaro Scarpato ed Oreste Ciccariello è il comic-noir per eccellenza, ricco di riferimenti cinematografici e comici, che i tre giovani attori hanno messo insieme, con l’obiettivo di portare alla luce una verità: “Chi ha ucciso il morto” Roberto Greco in Via Kagoshima a Napoli?

Gli attori e i personaggi

Ed è così che le caratteristiche dei tre attori vengono messe in risalto da personaggi studiati ad hoc, come il Commissario interpretato da Gennaro Scarpato: un uomo con un sogno da artista, che è costretto in un ruolo di responsabilità e che caratterizzato dalla parlantina svelta e decisa, dalla tecnica e dalla fantasia del giovane interprete, creano un personaggio che fa tenerezza, ma che è la base di appoggio di tutto quello che fa il protagonista.

Oreste Ciccariello, Palma e Scarpato in una scena di Chi ha ucciso il morto
Oreste Ciccariello, Palma e Scarpato in una scena di Chi ha ucciso il morto

L’appuntato Del Prete, interpretato da Oreste Ciccariello è invece lo “scansafatiche statale tipo”, passivo nella ricezione di tutto, dallo stipendio fino alle “emozioni” che in una indagine possono dare delle prove. Anche qui le doti dell’attore sono fondamentali, nel riuscire a far ridere lo spettatore inscenando l’apatia totale che innesca la rabbia nel Commissario, e che fa diventare una gag ogni colloquio tra i due.

Arriviamo poi a Pasquale Palma o meglio: ai Pasquale Palma. Sin dagli esordi televisivi, ci ha mostrato le sue mille trasformazioni in svariati personaggi, ed è qui in “Chi ha ucciso il morto?”, che si diletta nuovamente nella sua poliedricità artistica inscenando un ricco truffaldino, un agente di viaggi con problemi “di tempo”, un omosessuale di borgata, uno psicopatico violento ma sicuro di se ed una signora un po’ “fuori luogo”.

Pasquale Palma e Gennaro Scarpato in una scena di Chi ha ucciso il morto
Pasquale Palma e Gennaro Scarpato in una scena di Chi ha ucciso il morto

Caratteristiche differenti dei personaggi, che mettono in risalto l’adattabilità di questo attore che ancora una volta, insieme a Gennaro Scarpato (li avevamo visti a inizio anno in La stessa stella) e con l’appoggio di Oreste Ciccariello, riescono a far volare le due ore circa che regalano al pubblico dello spettacolo.

Evitando troppi spoiler, resta da dire che lo spettacolo andato in scena al Teatro Maria Aprea di Volla (NA), è un omaggio cinematografico ad un mondo di folli, con una retrospettiva che richiama il Joker di Todd Phillips per morale, ma soprattutto per l’interpretazione finale di Palma che dimostra così la crescita importante di un attore comico a caccia di riscatto, e che ha tutte le carte in regola per farlo.

E aspettando di comunicarvi le date dove andare a vedere questo piccolo capolavoro scritto in meno di una settimana da questi tre talenti campani, vi lascio con un solo avvertimento: “Non vi fidate degli attori“!

Potrebbe interessarti

Joker in home video

Joker arriva in home video

Joker, il film diretto, co-scritto e prodotto dal candidato all’Oscar Todd Phillips, ha vinto 2 …

Mario Lorini, presidente ANEC. Foto da Ufficio Stampa

Biglietti d’oro: arriva Joker in extremis

Come di consueto, anche quest’anno per le Giornate Professionali di Cinema, saranno assegnati i Biglietti …

Joaquin Phoenix in una scena chiave di Joker. Foto dal Web.

Joker, la rivincita dei tristi

Passare una vita convinti di essere felici ed indossare il sorriso… e poi prendere coscienza …

Lascia un commento