Volevo la nocciola, Ciskajj167

Volevo la nocciola, ecco Ciskajj167

Oggi vi raccontiamo di Ciskajj167

In una gelateria un uomo chiese alla sua donna, quale gusto di gelato volesse per completare il riempimento di una vaschetta di gelato da asporto, la donna rispose “la nocciola”, così l’uomo si rivolse alla commessa e disse “ci metta il gusto roccocò”…

Volevo la nocciola, Ciskajj167

“Volevo la nocciola” è una mostra tutta al femminile dedicata alla donna, che tra storie buffe e delusioni, vuole portare all’attenzione il pubblico sulla tematica che la prima violenza psicologica nei confronti della donna, se la “auto-impone” in primis la donna stessa… Perché a volte ci si ostina a scegliere percorsi sbagliati, mettendo da parte anche i propri desideri.

Nella deliziosa location 4Quarti, via Suarez 11, Napoli, gestita da Carolina Tortoriello , il 12 luglio 2017 dalle ore 19.00 alle 23.30, si darà il via a “Volevo la nocciola” mostra personale di Ciskajj167.
Un occasione per amici e non, di un incontro con arte, sapori e vino.

Entrata gratuita con opportunità di partecipare ad un simpatico happy hour, che per l’occasione durerà fino alle 21.30, inizierà poi il dj set di Ra_Moon, Raffaella Montiere ci stupirà con la sua selezione musicale.
Francesca Confessore, in arte Ciskajj167, presenta cinque lavori su tela, tutti eseguiti con Tecnica sperimentale. Il racconto di una donna che come una parabola attraversa le fasi della consapevolezza, della crescita personale dopo aver toccato il fondo, dove inspiegabilmente ci è andata da sola e volontariamente.

Come una donna pizzicata dalla tarantola, i suoi piedi danzano e saltano, correndo in sentieri a lei sconosciuti, ma sa già che faranno tanto male (Pizzicata, 2017)

Con la lenta presa di coscienza, la danza cambia ritmo , il silenzio cala, si alzano muri, e l’unica alternativa è ballarci su (Balla Sui Muri, 2017)

Poi come inaspettata, o meglio tenuta volutamente nascosta, la realtà piomba inesorabilmente fredda, perché tutto ciò che ha amato, era tutto lì, dentro la sua testa, troppo differente dalla realtà, tanto da subire continue molestie dalla sua stessa mente e la sua stressa anima… (Amore molesto, 2017)

Guerra necessaria per la nuova nascita, il guardare il mondo con passione, spogliata dagli abiti non suoi, dai non suoi desideri, dalle non sue aspettative. Finalmente nuda con le spalle al passato (Alma, 2017)

Alla donna in ascesa le si riconosce un grande potere, quello della sua energia,la sua capacità di rivoluzione ed evoluzione. Attrae come calamita le bellezze della terra e le fa crescere come un figlio in grembo (Energia, 2016)In occasione della mostra, saranno disponibili “Carezze d’acqua” di Ciskajj167 , biglietti dipinti con acquerello ed il ricavato sarà devoluto a Rossella, donna coraggiosa e forte, Presidente dell’Associazione LEDA di Acerra, che ospita cani trovatelli in cerca di adozioneLa grafica dell’evento “Volevo la nocciola” è affidata a Niní Cromie, Anna Sirica.

La mostra sarà allestita al 4Quarti fino al 23 luglio 2017.

Autore: Silvana De Dominicis

Vice direttore di La Gazzetta dello Spettacolo, amante degli animali, la natura e la cucina veg. Umiltà e sensibilità sono nel contempo i miei pregi e difetti.

Potrebbe interessarti

Francesca Ghezzani

Fatti e storie da raccontare, torna Francesca Ghezzani

Giunta alla sua quarta edizione, è ripartita la trasmissione "Fatti e storie da raccontare". Ne parliamo con Francesca Ghezzani.

Psicofarmaci e solitudine. Foto dal Web

Psicofarmaci: perché è importante ridurre lo stigma

La salute mentale sta a poco a poco diventando un argomento di cui si parla più apertamente: un focus sulle terapie da seguire.

Casino di Sanremo. Foto di Sailko da Wikipedia - Opera propria

Casino italiani più famosi: i luoghi

La tradizione italiana con i casino è lunga oltre 300 anni. Ecco i luoghi più famosi e storici d'Italia dove nasce questa attrazione.

Lascia un commento