Dal Grande Fratello al teatro e alla televisione: Veronica Rega

Veronica Rega

Abbiamo incontrato Veronica Rega, attrice, modella e doppiatrice, che abbiamo conosciuto nel Grande Fratello 5, e abbiamo visto, anni fa, in Si salvi chi può, il programma basato sulle candid camera, con Enzo Salvi, andato in onda su Italia 1.

Benvenuta Veronica, un periodo molto impegnativo, questo, per te, un periodo particolarmente ricco di lavoro… Noi ti abbiamo conosciuta nel Grande Fratello 5, nel 2004, ma in realtà tu hai fatto moltissime altre cose, prima e dopo il reality più famoso d’Italia…

Proprio così, è un periodo molto intenso questo, io come sai sono anche doppiatrice, avevo già studiato all’accademia prima del GF, in quanto mi era già ben chiara quale sarebbe stata la mia strada…

Hai girato due fiction per Mediaset, ultimamente: dacci qualche anticipazione, se puoi…

Certo: la prima si chiama Casa Dolce Casa, per Auroa produzioni, ed andrà in onda su Canale 5, con Nancy Brilli e Massimo Ghini e l’altra invece è prodotta da Endemol, e rappresenta un po’ un ritorno a casa per me (ndr: Endemol è la casa di produzione del Grande Fratello), una fiction che ha come protagonista Sabrina Ferilli.  In entrambe, il mio ruolo è un po’ marginale però per me è stata una novità assoluta in quanto ho fatto molto teatro , moltissimo doppiaggio e il mondo delle fiction per me era un mondo sconosciuto, un mondo nuovo.

Una specie di sfida, questa per te…

Ogni personaggio è una sfida, in realtà, nel mio lavoro ed ora mi preparo ad affrontare altre forme di sfida, e non vedo l’ora perchè un attore senza stimoli non riesce a vivere, nel frattempo continuo con il doppiaggio…

Il doppiaggio è un mondo affascinante…

Indubbiamente lo è, in quanto presti la tua voce ad un attore con cui comunque deve esistere un incastro perfetto

Chi hai doppiato ultimamente?

Un’attrice molto interessata che ho doppiato è stata Anna Mouglalis nel film La gelosia, di Philippe Garrel, film francese del 2013….

Che differenza c’è tra il lavoro di attore e quello di doppiatore?

L’attore mette tutto se stesso, voce, aspetto fisico, espressioni, nel doppiaggio invece metti in gioco solo la voce è chiaro, però, come dicevo prima, è che quando la presti dev’essere all’attore giusto, quello che più combacia con te: dev’esserci, ripeto, un incastro perfetto…

Tu non solo hai una bellissima voce ma anche un fantastico aspetto, sei una donna stupenda e sei anche una fotomodella: ultimamente, infatti, hai sfilato con un abito raffinatissimo ed i gioielli – esposti al museo del Louvre- di un grande stilista abruzzese, di fama internazionale,  Simone Racioppo…

Esattamente: uno stilista eccezionale ed anche una persona meravigliosa, un amico con cui ho una collaborazione speciale…

Veronica, siamo giunti al termine della nostra chiacchierata: lascia un messaggio ai nostri lettori…

Mando un bacio a tutti, ci vedremo molto molto presto!

Autore: Anthony Moy

Potrebbe interessarti

Roberto Chevalier

Roberto Chevalier: un mestiere da uno nessuno e centomila

Abilissimo nel suo mestiere, sin da bambino, ritroviamo Roberto Chevalier, attore e noto doppiatore di Tom Cruise e Tom Hanks.

Francesco Fiumarella del Premio Vincenzo Crocitti

Francesco Fiumarella racconta il Premio Crocitti

Incontriamo Francesco Fiumarella, autore e direttore del "Premio Vincenzo Crocitti International", che ci parla di meritocrazia.

Francesca Rettondini

Francesca Rettondini: tornerei a Verona

Una donna forte, risoluta, sorridente, Francesca Rettondini, che abbiamo avuto modo di incontrare per raccontarci di se.