Comicon, il vincitore del Cosplay Challenge

Un mare di giovani che per quattro giorni hanno celebrato la loro festa alla Mostra d’Oltremare con serenità. E’ stato questo Comicon 2014, da cui tutti dagli appassionati di fumetto ai cosplayers sono usciti soddisfatti, ma c’è qualcuno che ne è uscito anche vincitore.
E’ il caso di Matteo Pigliucci che grazie al suo costume da Dracula ha vinto il Cosplay Challenge di ieri e ad agosto volerà in Giappone per partecipare al World Cosplay Summit che si terrà a Nagoya.

Avventura vincente anche per tanti ragazzi che hanno partecipato al concorso per disegnatori esordienti Imago che ha puntato quest’anno i riflettori sul tema “Murales” che prende a prestito una parola tipica del disegno di strada per scomporla e chiede “meno muri”. Il tema è stato scelto in occasione del venticinquesimo anniversario della caduta del muro di Berlino.

Nelle diverse categorie dei Cosplay Challenge si sono imposti Emanuela Guarino, Francesco D’Amore, Giuseppe D’amore e Andreana Boatta. A loro il premio di Napoli Comicon e anche un abbonamento al Giornalino (a cui il salone napoletano ha dedicato una mostra per i 90 anni) che va anche agli altri classificati delle diverse categorie fino al terzo posto.

In tutto sono stati oltre 200 i disegni inviati all’organizzazione di Imago che ha allestito un’apprezzatissima mostra proprio all’ingresso del Napoli Comicon. Diversi anche i premi speciali tra cui spicca la medaglia assegna dall’Unicef, partner di Imago nell’ambito delle celebrazioni per i 40 ani del comitato campano, a Salvatore Sannino.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Roberto Chevalier

Roberto Chevalier: un mestiere da uno nessuno e centomila

Abilissimo nel suo mestiere, sin da bambino, ritroviamo Roberto Chevalier, attore e noto doppiatore di Tom Cruise e Tom Hanks.

Francesco Fiumarella del Premio Vincenzo Crocitti

Francesco Fiumarella racconta il Premio Crocitti

Incontriamo Francesco Fiumarella, autore e direttore del "Premio Vincenzo Crocitti International", che ci parla di meritocrazia.

Francesca Rettondini

Francesca Rettondini: tornerei a Verona

Una donna forte, risoluta, sorridente, Francesca Rettondini, che abbiamo avuto modo di incontrare per raccontarci di se.

Lascia un commento