La premiazione del 2018 del The 48 Hour Film Project
La premiazione del 2018 del The 48 Hour Film Project

The 48 Hour Film Project, riparte il contest

Tutto pronto dal 18-20 ottobre per i partecipanti della XIII edizione del concorso internazionale “The 48 Hour Film Project”, impegnati a realizzare un cortometraggio in sole 48 ore.

La premiazione del 2018 del The 48 Hour Film Project

Anche quest’anno il 48 Hour Film Project si svolgerà all’interno di Videocittà, il Festival della Visione, nato per volontà di Francesco Rutelli e giunto alla II edizione.

Il 48 HFP Roma è un’iniziativa realizzata con il contributo e il patrocinio della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, con il patrocinio dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America e organizzato da Le Bestevem.

La competizione coinvolge 140 città in cinque continenti e vede la Capitale unica tappa italiana. Le iscrizioni sul sito del concorso sono aperte fino al 16 ottobre.

Il film vincitore gareggerà contro i cortometraggi provenienti da tutto il mondo al Filmpalooza 2020 dove, oltre al gran premio finale, potrà aggiudicarsi la possibilità di concorrere nella sezione Short Film Corner al Festival di Cannes 2020. Per il quinto anno, inoltre, RUFA – Rome University of Fine Arts, Academic Partner dell’iniziativa, assegnerà il “Premio Speciale RUFA”, un riconoscimento in denaro al miglior talento.

La giuria del 48 HFP 2018 è stata composta da professionisti del cinema internazionale del calibro di: Ian Anderson leader dei Jetrho Tull, Cristina Comencini, regista e sceneggiatrice (La bestia nel cuore, Latin Lover), la costumista Jany Temime (saga Harry Potter, Spectre, Skyfall), lo sceneggiatore Francesco Bruni (Caterina va in città, I Viceré, La Matassa) Dimitri Capuani (scenografo di Tale of Tales, Dogman), José Luis Alcaine, direttore della fotografia della maggior parte dei film di Pedro Almodovar, il sound editor Mark Mangini (Mad Max: Fury Road, Blade Runner 2049), l’ Hair Stylist Aldo Signoretti (Moulin Rouge, Apocalypto, Il Divo, La Grande Bellezza), il Make Up Artist Maurizio Silvi, (Il Grande Gatsby, Zoolander 2, La Grande Bellezza) e il montatore Walter Fasano (Chiamami col tuo nome, Suspiria).

Tra gli esperti chiamati a far parte della giuria per l’edizione 2019 ci saranno: Luca Bigazzi, direttore della fotografia vincitore di sette David di Donatello e primo italiano candidato al Primetime Emmy Awards (The Young Pope, This must be the place, Romanzo Criminale); Nicola Guaglianone, sceneggiatore (Lo chiamavano Jeeg Robot, Suburra, Indivisibili); Teresa Font, montatrice (Dolor y Gloria, Giovanna la pazza, El dia de la bestia).

Le Bestevem è un’associazione culturale composta da sole donne, operanti nel settore artistico e audiovisivo, impegnate nella ricerca di nuovi modelli di ideazione, produzione e distribuzione audiovisiva. Oltre ad essere le referenti e organizzatrici italiane del concorso The 48 Hour Film Project Italia, Le Bestevem, curano la comunicazione (online e offline), la promozione e l’organizzazione di eventi in ambito artistico, nonché la produzione di opere audiovisive di vario genere.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Steven Spielberg sul set di The Fabelmans

Steven Spielberg: trionfo ai Golden Globe

Parliamo del regista Steven Spielberg, che in questo inizio anno trionfa ai Golden Globe con il film The Fabelmans.

Il cast di Tre di Troppo. Foto di Loris Zambelli per Photomovie

Tre di Troppo sbanca il box office

Tre di Troppo arriva al cinema e sbanca il box office nel weekend dell’Epifania, tra gli italiani più visti. Ecco i numeri del successo.

Gianni Franco

Gianni Franco: sogno un ruolo da Babbo Natale

Gianni Franco ci parla dei suoi trascorsi attoriali e di ciò che gli porterà il futuro a livello lavorativo fino al film con Carlo Verdone.

Lascia un commento