Chi resiste nella palude, al Teatro Tordinona

Un viaggio tra l’intricata trama dei canali di acqua e di memoria, ad aprire un sipario immaginario sulla storia della bonifica della palude pontina. Una tragicommedia raccontata da un pioniere di Littoria, prima che diventasse Littoria. Chi resiste nella palude, in scena al Teatro Tordinona di Roma dall’8 al 18 aprile,  intreccia come in un coro polifonico, le voci lontane dei racconti dei vecchi che si mescolano alle vivide immagini della palude, rievocata attraverso giochi, leggende, fantasie, ricordi.

Chi resiste nella palude

Partendo dalle suggestioni di alcune vecchie foto e dalle storie di famiglia, Francesco Lande, autentico one-man show, porta in scena un lavoro che non vuole essere un’opera storicistica o politica ma vuol far risuonare la voce di una generazione la cui storia, nella Storia, possa tracciare la parabola di un periodo che va dalla bonifica della palude pontina fino al dopoguerra. Sul palco, Lande, interpreta i differenti personaggi evocando un passato che, da racconto privato, si fa più universalmente racconto struggente, ma non privo di leggerezza ed ironia, di un’epoca, narrato con quel lessico familiare che si fa quasi eredità tramandata.

Lo spettacolo Chi resiste nella palude nasce nell’estate del 2009 da una serie di improvvisazioni sulla storia di famiglia dell’attore Francesco Lande. Coordinamento registico di Riccardo Mallus e coautrice del testo Giulia Tolllis.

Potrebbe interessarti

Emilio Carrino

Emilio Carrino: ne “La mia valigia” descrivo la mia vita

Oggi vi raccontiamo dell’imminente uscita (Venerdì 30 ottobre 2020) del nuovo singolo del cantautore Emilio …

La giuria responsabile di Musica contro le mafie 2020

Musica contro le mafie 2020: un’edizione dal profondo significato

Oggi vi parliamo di Musica contro le mafie, organizzata della rete di Libera fondata da …

Greta Lamay - Dubai

Dubai è il nuovo singolo di Greta Lamay

La seguiamo da tanto e ci fa piacere annunciare l’uscita ufficiale, del nuovo singolo di …

Lascia un commento