Ginger La Coquette vincitrice di Neapolis Burlesque Queen Festival. Foto A Di Somma
Ginger La Coquette vincitrice di Neapolis Burlesque Queen Festival. Foto A Di Somma

Neapolis Burlesque Queen Festival 2024: vince Ginger La Coquette

Torniamo a parlare di Neapolis Burlesque Queen Festival, l’evento che è stato molto più di ciò che l’occhio coglie e molto meno di quanto il pregiudizio disegna.

Burlesque è tutto ciò che accade tra la promessa di seduzione e la meraviglia del teatro, è un atteggiamento che può incontrare ogni tipo di arte performativa e fondersi con essa.

La vincitrice del 2024 e lo spettacolo

Si chiama Ginger La Coquette, al secolo Carolina Dell’Aglio, viene da Imola e da sabato è la nuova Regina del Mare 2024, proclamata nel corso del Neapolis Burlesque Queen Festival.

La performer è stata incoronata dalla regina uscente Calypso e dal giornalista del Roma Giuseppe Giorgio sul palco del Teatro Il Piccolo di Fuorigrotta, sbaragliando la concorrenza agguerrita di altri bravissimi artisti che si sono dati battaglia fino alla fine.

Ad essere premiati dalla giuria di esperti col ruolo di Sirena Partenope Deep Soul (Marilisa Dal Cason da Venezia), col titolo di Stella marina Ludwig (Luciano Guerra da Manfredonia).

Nel corso delle due ore gli spettatori hanno poturo ammirare performance di ogni genere e performer del tutto diversi tra loro ma accomunati dalla voglia di creare un grande spettacolo.

Il burlesque è un tipo di spettacolo  che affonda le sue radici nella satira degli antichi Romani, nell’Inghilterra del ‘700 troviamo le prime rappresentazioni volte  a ridicolizzare i vari generi teatrali del tempo. Questo tipo di spettacolo deve la sua fortuna agli USA, infatti si diffuse in America con un canovaccio di caricature, canzoni e danze di ballerine in costumi succinti.

Burlesque

Oggi il burlesque somiglia sempre di più al varietà. Sabato 4 maggio, al teatro Il Piccolo di Fuorigrotta si terrà l’appuntamento annuale con il Festival Internazionale di Burlesque, dove 12 performer fra le migliori europee dell’arte burlesque si contenderanno il titolo di Regina (o Re) del Mare. In scena insieme alle  performer, 2 special guest, 3 presentatrici ed una rappresentanza di performer napoletane.

Una giuria di vario genere: ballerini, attori, insegnanti, mimo proveniente da tutta Italia, sceglierà le migliori performance da premiare. Il legame del burlesque è non soltanto con l’arte e la cultura ma anche con l’amore, per se stessi e per il prossimo.  Il Festival si avvale del patrocinio morale del Comune di Napoli e dell’Associazione Antinoo Arcigay Napoli. Organizzatrici del Neapolis Burlesque Queen Festival, due performer napoletane: Candy Bloom (Francesca Filardo) e Sissi Trésor (Ida Basile), del gruppo artistico Neapolis Burlesque Queen, che si esibiranno sul palco insieme a Madame Bigné (Raffaella Castaldi) per presentare la serata con la leggerezza e l’eleganza tipica del burlesque, tra risate e piccoli siparietti umoristici in linea con la leggerezza dell’arte del burlesque. Insieme alle presentatrici e allo Stage Manager, il gruppo delle Baby Dolls parteciperà allo spettacolo non soltanto cimentandosi in coreografie di diverso stile ma anche snodandosi tra le performance, ogni componente nel ruolo di Stage Kitten.

In ultimo l’esibizione della Regina del Mare in carica, Calypso, ballerina e performer di Burlesque che l’anno scorso ha stregato tutti con la sua danza. Lo scopo del Neapolis Burlesque Queen Festival è quello di offrire uno spettacolo vario e interessante al pubblico che parteciperà all’evento: si vedranno performance di ogni genere del burlesque e performer del tutto diversi tra loro ma accomunati dalla voglia di creare un grande spettacolo. Il Neapolis Burlesque Queen è molto più di ciò che l’occhio coglie e molto meno di quanto il pregiudizio disegna. Burlesque è tutto ciò che accade tra la promessa di seduzione e la meraviglia del teatro, è un atteggiamento che può incontrare ogni tipo di arte performativa e fondersi con essa.

Neapolis Burlesque Queen Festival: il programma 2024

  • Venerdì 3 maggio
    Il Festival non è solo un contest, ma una vera e propria manifestazione che avrà inizio il 3 maggio alle 17:00 nella galleria Umberto I, dove tutte le performer si ispireranno a dive del passato per essere immortalate da un fotografo professionista nella privilegiata cornice del centro di Napoli, con i suoi scorci caratteristici. Lo shooting è gratuito e chiunque può prendervi parte, purché vestito secondo i dettami della moda anni Venti, Trenta, Quaranta, Cinquanta e Sessanta. Sarà inoltre possibile fare la conoscenza dei performer prima che vadano in scena.
  • Sabato 4 maggio
    Il 4 maggio, prima dello show, il Neapolis Burlesque Queen Festival ha organizzato presso il teatro Il Piccolo di Fuorigrotta tre workshop con insegnanti d’eccezione.
    Il programma dei Workshop comprende una lezione di chairdance tenuta alle 14.30 da Mariagrazia Manzo, ballerina, performer e atleta; un appuntamento alle 15.30 con il Bob Fosse Style, per approfondire questo stile di danza con il romano Matisse Royale, ballerino e performer di Burlesque; alle 16.30, la performer internazionale, producer dell’Ibiza Burlesque Festival e detentrice del record mondiale di presenze all’evento World Burlesque Day, Sapphira, terrà un workshop chiamato Learn the Showstopper in you.

Lascia un commento