Fondo di Garanzia per le Idee: il Teatro Pubblico Campano a favore degli autori

Negli ultimi giorni, La Gazzetta dello Spettacolo è impegnata a dare voce al mondo dello Spettacolo con approfondimenti settimanali in questo periodo di difficoltà dovuto al CoronaVirus, ed oggi vi raccontiamo dell’iniziativa del Teatro Pubblico Campano: Fondo di Garanzia per le Idee.

Fondo di Garanzia per le Idee del Teatro Pubblico Campano

L’Ente, nella doverosa e sensibile considerazione di questo particolare transito storico, ha voluto istituire, attraverso Nuove Sensibilità 2.0, un vero e proprio Fondo di Garanzia per le Idee, un fondo economico che motivi e protegga la produzione e la permanenza delle idee, un’attribuzione fiduciaria che sappia opportunamente tutelare l’investimento, apparentemente immateriale, della scrittura teatrale.

Questo fondo sarà attribuito a quei dieci autori under 40, del territorio regionale, selezionati fra quanti faranno pervenire i propri testi teatrali, rigorosamente inediti, entro il 30 settembre 2020.

Il Fondo di Garanzia, stanziato dal Teatro Pubblico Campano, è di € 50.000, suddiviso, nella quota di € 5.000, tra i 10 testi selezionati dalla giuria.

Sempre nella convinzione di tutelare il diritto alla creatività, soprattutto in quest’opacità di orizzonti, il Teatro Pubblico Campano ha immaginato, per questa edizione, una modifica sostanziale delle ragioni fondanti di Nuove Sensibilità 2.0. Il progetto, infatti, nella scorsa edizione, costituiva un osservatorio sulle capacità d’impresa teatrale a livello regionale e premiava una o più iniziative artistiche giovanili, finanziandone la realizzazione.

La fragilissima prospettiva di futuro determinata dal disagio pandemico di questo tempo sospeso consegna le nuove generazioni a un doloroso disorientamento. La crisi sistemica, sanitaria ed economica, che ha travolto il paese, rischia di compromettere quel potenziale di speranza che la produzione d’idee, invece, sempre garantisce.

Occorre proprio ora, dunque, provocare e proteggere le idee, preservarle da pericolose flessioni motivazionali e favorirne la proliferazione creativa. In teatro le idee possono concretarsi con dinamiche e modalità differenti. La drammaturgia è una delle forme primarie cui far riferimento.

Nei segni della scrittura, infatti, risiedono i desideri dell’uomo e nelle invenzioni drammaturgiche è contenuta la prima speranza di teatro. Quella speranza va salvaguardata e le idee garantite.

E’ con questo spirito e queste esigenze che il Teatro Pubblico Campano, nell’ambito delle attività programmate per la stagione 2020-21, ha deciso di anticipare l’uscita del bando Nuove Sensibilità 2.0.

La nuova direttiva di Nuove Sensibilità 2.0 ha avuto come promotori e sostenitori convinti tutti i membri della commissione che, pur con sensibilità diverse, hanno trovato, in questo senso, motivi di convergenza e condivisione. Le drammaturgie sono state indicate come indispensabili incubatrici di progetto e la concretezza del Fondo come strumento provvidenziale per riparare alla sofferenza di prospettive economiche e creative soprattutto fra i giovani.

La commissione sarà composta da Paolo Coletta, Marzia D’Alesio, Linda Dalisi, Isa Danieli, Emanuele D’Errico, Claudio Di Palma, Michele Mele, Enzo Moscato, Valeria Parrella.

Lascia un commento