Maria Angeli, arriva Anyhow

Maria Angeli è un’artista conosciuta sia a livello nazionale che internazionale per le sue sonorità elettroniche. E’ uscito sulle piattaforme digitali il suo album dal titolo “Anyhow”.

Maria Angeli

Refrain di chitarra iniziale in esordio canzone di “Anyhow”, title-track dell’album. Beat leggero accompagna questa sorta di ballad tanto suggestiva. Alcune impressioni electro-ambient arricchiscono la canzone e la rendono tanto elettrizzante con un sound di grande spessore. Quindi, per questo primo pezzo si passa dall’indie rock al dream pop sfumando. Tanto preziosa l’effettistica, tanta cura per i tappeti sonori ampi.

“Fade out” parte con arpeggio. Esordio incantevole atto ad esaltare la vocalità di Maria Angeli supportata dagli effetti, vocalità che trasmette tanta emotività. Dopo la metà entrano suoni dream pop a rendere il tutto tanto incantevole. “Caught up in a rush”, presente su Youtube con un video, è il pezzo da novanta dell’album, un pezzo tra electro mentale e dream pop, un pezzo che fa pensare ad Hana, artista dream pop/synth pop di base a Los Angeles. Il beat semplice si unisce a tappeti sonori onirici, surreali. Le frequenze basse donano tanta potenza potenza sonora e contrastano il cantato leggiadro di Maria Angeli. Suoni “bambineschi” tipici del dream pop rendono il tutto tanto vario, sontuoso. Alcuni refrain scatenano tanto appeal come pure il magnifico chorus.

Poi arriva “When you’re gone” con questo piano che contrasta il beat electro e di mezzo il cantato di Maria Angeli. Queste componenti sembrano bastare per rendere il pezzo tanto completo: invece arrivano anche gli archi a rendere il pezzo sofisticato ed elegante. “The reasons” presenta ancora una volta il piano, padrone indiscusso insieme ad una elettronica super ampia che sembra abbracciarci.

“Piece of my heart” presenta questi fraseggi di chitarra iniziali. Poi il tutto sfocia, con gli effetti e l’elettronica, in una sorta di indie rock elettronico: Alanis Morissette electro viene da pensare. “Un velo” propone cantato e piano che partono insieme con la solita elettronica di contorno. Climax entusiasmante segue e il piano è l’asse portante sul quale Maria Angeli può esaltarsi con le sue qualità vocali molto espressive. La sua musica è spesso molto cinematografica, da colonna sonora per cinema e televisione. Infatti, l’ultimo pezzo dell’album dal titolo “Bette Davis” è stato incluso nella colonna sonora della rinomata serie di Netflix che porta il nome “Baby”. Anche qui piano, voce ed elettronica, le componenti che adotta questa artista che ci offre un album alquanto raffinato, delicato.

Il lato tecnico rende il prodotto musicale di altissimo livello: produzione, mixing e master sono davvero molto buoni. Come non notare anche la ricercatezza sonora e il songwriting anche esso di buon livello.

Maria Angeli ci stupisce con pochi elementi messi insieme a regola d’arte, ci stupisce con il suo cantato a tratti toccante. Tanto talento da parte di questa artista che sembra non avere limiti, tanto talento che tocca sia il nostro cuore che il nostro cervello e non è facile allontanarsi dal mondo materiale grazie alla sua musica, una gemma preziosa che brilla di una luce sconfinata.

Lascia un commento