Tutto ciò di cui ho bisogno è già dentro di me, di Claudio Mario Cherubini

Crescere a partire dal disagio. È ciò che ha fatto Claudio Mario Cherubini nel suo saggio Tutto ciò di cui ho bisogno è già dentro di me – percorso attraverso le opere di vari autori (Youcanprint, Tricase 2019).

Tutto ciò di cui ho bisogno è già dentro di me, di Claudio Mario Cherubini

Un testo che, grazie al suo stile limpido, scorrevole e piacevole, mescola psicologia, filosofia orientale, new age, fisica quantistica, nuova biologia, medicina alternativa, esoterismo, religione con citazioni, aforismi, monologhi tratti da cult movie.

Tutte le conoscenze di Cherubini riunite in un testo in cui la crescita personale avviene all’età di 40 anni, momento cruciale della vita dell’autore che prende consapevolezza dei limiti di se stesso e si rende conto di aver necessità di una svolta. È attraverso l’esperienza personale che si costruisce Tutto ciò di cui ho bisogno che serve proprio per aiutare tutti, comprendersi meglio ed eliminare le sofferenze.

Accrescere l’autostima, gestire le proprie emozioni con l’autocontrollo, non temere il fallimento sono solo alcuni dei consigli che Cherubini elargisce proprio come farebbe un buon amico, consigli preziosi che possono apportare un concreto cambiamento esistenziale.

Quella misteriosa ricerca della felicità, tema affrontato costantemente dai più grandi pensatori, è per l’autore quel sentimento di libertà che nasce dalla fiducia in se stessi. Un sentimento che per Cherubini è possibile raggiungere nutrendo ottimismo e amore nei confronti della vita. Tale ottimismo deriva proprio dalla consapevolezza dell’autore di infinità possibilità che ognuno di noi possiede, un potere che pone ogni essere umano sulla strada della fruttuosa costruzione di se stessi.
Crescere per Cherubini significa trovare il punto di convergenza tra opposti, quello scontro che, come yin e yang, rivelano due facce della stessa medaglia, dal momento che uno stato esattamente contrario ad un altro è funzionale al raggiungimento di equilibrio.

Come conoscere se stessi? Una domanda tanto cruciale quanto complessa è la risposta che stenta ad arrivare. Ricorrendo alla sapienza degli antichi, fino all’oracolo di Delfi, conoscere se stessi, per Cherubini, risiede nell’analisi più profonda e intima che possiamo fare di noi stessi: analisi che rivela il complesso intreccio della nostra anima in cui l’amore resta l’unico collante possibile. C’è, per l’autore, qualcosa quasi di divino e misterioso nella descrizione della nostra intimità, che comunque sfugge ad una precisa descrizione scientifica e che, invece, sembra essere il luogo privilegiato della poesia, filosofia e religione.

Il segreto, dunque? È dentro se stessi: “Tu sei l’unico responsabile della tua vita”.

Lascia un commento