9 Magnifici Accostamenti, Susanna Orlando

9 Magnifici Accostamenti, Susanna Orlando

A Pietrasanta i 9 magnifici accostamenti

Quando in galleria incartiamo un’opera d’arte e la consegniamo nelle mani del collezionista , mi chiedo sempre come e dove verrà collocata una volta giunta a casa.

9 Magnifici Accostamenti, Susanna Orlando

Il passaggio infatti è delicatissimo.

Quando l’opera arriva in galleria, dopo una breve osservazione viene “collocata” o in una cornice o sopra una base per farla sentire “a casa” e perché non perda la sua energia primaria. In breve si creano accostamenti con altre opere proprio come dovrebbe accadere a casa di ciascuno.

In questa collettiva che ho chiamato 9 magnifici accostamenti ho abbinato opere in apparenza molto diverse, seguendo il mio istinto e la mia esperienza visiva più che quarantennale.

Accostamento n 1

Pino Deodato – Maurizio Rivieri
Una terracotta e una tela.
Abbinandoli mi è sembrato di tuffarmi in una grotta marina alla ricerca di leggerezza.
Le due sfere una delle quali colorata di verde sono il legame tra le due opere e me che guardo.
Oppure gli atomi, l’universo l’equilibrio e l’armonia.

Accostamento n 2

Beppe Biagi – Aldo Mondino – Giacomo Piussi
Una tela, uno scotch su cartoncino e una grandissima carta.
Il filo conduttore è il blu-celeste. Il mare e l’infinito. Bagnanti vicino alle cabine e due collezionisti in blu copiativo che ammirano l’infinito di un “quadro”.

Accostamento n 3

Fabio Peloso-Emilio Tadini
E’ l’accostamento più ardito.
Ho scelto queste opere perché spigolose e pungenti. Cromatismi simili. Due contenitori : una scatola in plexiglas e una busta.

Accostamento n 4

Marino Marini – Aryan Ozmaei
Di più facile lettura perché si tratta di due coppie, un Adamo ed Eva e un’altra confusa in un bosco bellissimo. Comunque un abbinamento difficile perché si tratta di un incisione e di una tela molto materica.
Il desiderio però di rinforzare il soggetto dei “due” ha vinto e pur con le dovute minime distanze convivono bene insieme.

Accostamento n 5

Lorenzo Lazzeri, Mimmo Paladino – Mauro Staccioli.
Qui la scelta ha virato sui materiali : alluminio, ferro e cemento.
Un trittico vibrante e forte. Leggerezza e solidità fermezza e movimento.

Accostamento n 6

Nicola De Maria-Giacomo Piussi
Il tumulto della materia di de Maria si riposa sui rami della tela di Piussi. La tavolozza usata dai due maestri è identica.

Accostamento n 7

Pino Deodato -Raffaele Bueno
In questo abbinamento tutto è sospeso.
L’opera in terracotta di Pino è come appesa per caso cone posata per un riposo dopo lunga migrazione tanto è leggera.
Sotto il piccolo dipinto di Raffaele ricorda il cane pastore che controlla il gregge sovrastante.

Accostamento n 8

Giuseppe Chiari – Marino Marini-Giacomo Piussi
Due salite a cavallo e uno spartito cancellato eseguito su carta identica a quella del Marini. Un canto.

Accostamento n 9

Dellaclà- Renato Guttuso
Una giovanissima e un artista storicizzato.
La giovane artista carica ancora di più la già forte immagine “Marta allo specchio ” con gli stessi identici -non colori-.

Su Cristina Vannuzzi Landini

Nata a Firenze e residente a Firenze e New York é esperta in comunicazione, ufficio stampa e merchandising.

Potrebbe interessarti

Concerto di Natale per Odessa a Pompei

Pompei: un concerto per Odessa

Parata di star nella cittadina di Pompei, per raccogliere fondi da destinare alla ricostruzione della Cattedrale di Odessa.

Janet De Nardis durante il Digital Media Fest

Digital Media Fest 2023

Undici anni di emozioni, di talenti e scommesse, per il Digital Media Fest di cui il nostro quotidiano è Media Partner.

Pamela Prati e Francesco Russo in un momento del talk a Miss Mondo

“Essere belle non basta”: Pamela Prati madrina a Miss Mondo

Primo appuntamento per la selezione ufficiale della rappresentante italiana di Miss Mondo a Rocca d'Evandro, con madrina Pamela Prati.

Lascia un commento