Una scena di Miss Violence.
Una scena di Miss Violence.

Miss Violence, la Recensione

Premiato all’ultima Mostra di Venezia con il Leone d’Argento per la regia e la Coppa Volpi per l’interpretazione maschile a Themis Panou, Miss Violence , opera seconda del regista greco Alexandros Avranas, porta sullo schermo i segreti e lati oscuri di una famiglia, apparentemente normale, all’interno della quale si celano in realtà disagio, stranezze e violenza, soprattutto psicologica.

Una scena di Miss Violence.
Una scena di Miss Violence.

Ad Alexandros Avranas il merito di aver saputo narrare con le immagini lo smarrimento umano per poi svelarne gradualmente il senso di oppressione. Inevitabile la chiave di lettura sociologica soprattutto nelle scene che rimandano alla crisi economica della Grecia.

Nel giorno del suo compleanno l’undicenne Angeliki cade dal balcone e muore sul selciato sottostante con il sorriso dipinto in volto. Mentre la polizia e i servizi sociali cercano di capire le ragioni di questo apparente suicidio, la famiglia di Angeliki si convince che la morte della ragazzina sia l’esito di un tragico incidente.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Il primo ciak del cortometraggio The Lottery

The Lottery: primo ciak a Roma

Primo ciak nella città di Roma per il film The Lottery, diretto da Giuseppe De Lauri e basato sul racconto di Shirley Jackson.

Karate man

Karate Man: il film sulla vita di Del Falco

Arriva in prima visione su Amazon Prime Video il film Karate Man, diretto da Claudio Fragasso, sulla vita di Claudio Del Falco.

Una scena di Dirty Dancing

Dirty Dancing, nel 2024 un altro sequel?

Il film Dirty Dancing è una pietra miliare del cinema, e si parla di un sequel di cui parliamo con il coreografo Robert Fletcher.

Lascia un commento