Marciana

Venezia: La Marciana apre al Teatro

Marciana

Dopo il successo a Pordenonelegge dove Finazzer Flory ha annunciato il film su F.T. Marinetti girato interamente a New York che uscirà a novembre negli USA e la prossima “gran Serata Futurista” il 29 novembre al Cinema Teatro di Chiasso (Svizzera).
Ora, a Venezia il 23, 24 e il 25 settembre, Finazzer sarà in scena con Gilda Gelati per il progetto In viaggio con Manzoni in tutte le più belle biblioteche d’Italia, a Venezia alla Biblioteca Nazionale Marciana, con lo spettacolo di teatro e danza “I Promessi Sposi”.

“La mia messa in scena – dichiara Massimiliano Finazzer Flory – colloca il testo nel 1628 e mette l’accento sui dubbi e le domande dei personaggi, curvando i caratteri dei protagonisti come se potessimo origliare la loro coscienza, le loro inquietudini.
I capitoli messi in scena parlano di noi, del nostro tempo.

L’addio ai Monti è un addio a certezze che ritenevamo fondamentali perché incapaci di vedere altro. Allo stesso modo la rivolta del pane è oggi la rivolta della conoscenza, del bisogno di essa soprattutto da parte della gente più umile. Anzi è proprio l’umiltà la grande forza drammaturgica che orienta il testo e lo spettacolo. Per farci capire che la morte di Cecilia è la morte di tutti i bambini. Dei nostri. La pietà, così, diventa allora il terreno su cui la fede e la ragione possono e debbono trovare un accordo”.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Sandra Milo e Claudio Insegno

Sandra Milo: una Diva al Bracco

Essere diva oggi ha ancora un senso? Se parliamo di Sandra Milo sicuramente si e lo facciamo al Teatro Bracco di Napoli.

Quando spunta la luna a Marechiaro

Quando spunta la luna a Marechiaro al Bracco

Al Teatro Bracco diretto da Caterina De Santis è di scena la canzone napoletana in “Quando spunta la luna a Marechiaro”.

Maximilian Nisi

Maximilian Nisi: il presente, quel meraviglioso istante

Maximilian Nisi, in questo periodo alle prese con lo spettacolo teatrale "A spasso con Daisy", insieme a Milena Vukotic.