Ridere: torna la rassegna al Maschio Angioino di Napoli

Torna l’appuntamento annuale con Ridere, la rassegna del Teatro Comico, Musica e Cabaret che si tiene al Maschio Angioino di Napoli. Ed è così che con il primo quarto di secolo appena compiuto, il Teatro Totò e il direttore artistico Gaetano Liguori presentano la 31a edizione del Festival.

Ridere 2021

Dopo avervi raccontato la significativa presenza al “Campania Teatro Festival” con la produzione “Peppe Diana. Il Coraggio di avere paura” in grado di coinvolgere ben 30 persone tra attori e tecnici, il Teatro Totò, è già al lavoro per la nuova stagione e da qui in collaborazione con Scabec Società Campana Beni Culturali e Fondazione Campania dei Festival, al Maschio Angioino si parte con Ridere.

Gli spettacoli in programma

La kermesse partirà il prossimo 5 agosto sarà Paolo Caiazzo con “Terroni si nasce”. A seguire, il 6 agosto, sarà la volta di “Il fatto è questo… statemi a sentire”. Il 7 agosto sarà di appannaggio de “I ditelo voi” con “Recital”, mentre l’8 agosto sarà il turno di Rosario Minervini, Ciro Esposito e Salvatore Catanese con “Tutti giù per terra”. Il 9 agosto a giungere sul palco di “Ridere” sarà Massimo Masiello con “Sono solo parole d’amore” e il 10, Simone Schettino con “Il meglio di…”. A proseguire il cartellone i giorni 11 e 12 agosto, ci penserà Giacomo Rizzo con “Scketch” fino a giungere al 13 con “Rosalia Porcaro” e il suo show “Semp’Essa”. Per completare la programmazione, infine”, il 14 agosto arriverà Francesca Marini con “Napulitanata” e il 15, Gianni Parisi con “Da Ponente a Levante”.

Le dichiarazioni

Il direttore artistico Gaetano Liguori ci racconta: “Intendiamo anche in questa difficile estate, abbracciare nuovamente il pubblico augurando al tempo stesso un tempo migliore per tutto il comparto e le maestranze. Ridere 2021 conferma ancora una volta la sua vocazione oltre che artistica soprattutto sociale, in quanto, da 31 anni, si snoda nel mese di agosto ponendosi all’attenzione come un punto di aggregazione per i campani e per i turisti in città. Un festival che nasce e si sviluppa nel segno della cultura e del divertimento e che come le altre iniziative organizzate dal Totò, meritevoli della consegna al Quirinale a Roma di una Medaglia d’oro da parte del Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, si colloca in un’idea/progetto da sempre al fianco dei napoletani. Un lavoro, il nostro realizzato sul territorio e su un territorio che ha conosciuto negli ultimi decenni una rinascita capace di riqualificare le sue capacità produttive e di ridare slancio ed entusiasmo“.

Potrebbe interessarti

Tutti giu per terra

Tutti giù per terra… dalle risate con gli Atomi Bros

Tre uomini e un palco: è così che gli Atomi Bros colorano l'estate napoletana di risate con lo spettacolo "Tutti giù per terra".

Teatro Totò

Il Teatro Totò di Napoli compie 25 anni

Venticinque anni appena compiuti per il Teatro Totò. Una tappa significativa per la storicizzata sala di Napoli.

Talentum - Il premio delle eccellenze

Talentum, la 4a edizione del Premio delle eccellenze

Arriva la 4a edizione di Talentum, il premio delle eccellenze  che si terrà nell’antisala dei baroni …