Enrico Caruso si ricorda al Maschio Angioino

Dopo il grande successo riscosso al Teatro Politeama per il Forum delle Culture e al Teatro Toto’, Caruso torna in scena nella magica cornice del Maschio Angioino per la Rassegna “Estate a Napoli 2015”,promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Napoli il 1 agosto alle H.21.image

L’Associazione “Noi per Napoli” di Olga De Maio e Luca Lupoli ha ideato lo spettacolo per mantenere vivo il ricordo di un artista partenopeo e farlo conoscere sotto un aspetto più familiare: l’uomo

Enrico Caruso,la Voce dei due Mondi
Enrico Caruso,la Voce dei due Mondi

image

Veduta dall'Hotel Vesuvio

che si cela oltre il divo.
Uno spettacolo che coniuga il bel canto e il teatro, un susseguirsi di momenti che ripercorrono in musica e in teatro la vita di Enrico Caruso: i successi, l’incontro con la musica, gli amori e le illusioni, fino alla consacrazione internazionale.

Gli amori di Caruso furono la musica,le donne e la sua città natale,che in verità non lo accolse benevolmente quando nel dicembre del 1901 decise di debuttare al Teatro San Carlo,dopo aver acquisito una notorietà e popolarità in Italia e all’estero ,con L’Elisir d’Amore : in realtà si tradusse in una grande delusione questo ritorno nella sua città perché proprio cantando un’opera sul tema dell’amore non gli fu corrisposto,anzi i suoi conterranei lo criticarono affermando che aveva interpretato un ruolo così delicato come quello di Nemorino con una voce da baritono .

Infatti Enrico,sentitosi tradito dalla sua amata Napoli,giuro’ di non metterci mai più piede e si sfogo’ nella canzone “Addio mia bella Napoli.

Trionfò al Metropolitan di New York e a Napoli torno’ solo nell’

Olga De Maio soprano,Luca Lupoli tenore,Lucio Lupoli tenore,Marco Cristarella Orestano baritono
Olga De Maio soprano,Luca Lupoli tenore,Lucio Lupoli tenore,Marco Cristarella Orestano baritono

ultimo istante della sua vita,dopo essere approdato prima a Sorrento e poi all’Hotel Vesuvio da dove volle rimirare quel sole che gli era tanto mancato…

In questo spettacolo vengono proposte delle scene teatrali come intermezzo  che funge da passaggio da un brano all’altro, passando dalla lirica arrivando ai quei classici napoletani indissolubilmente legati alla voce del celebre tenore. La musica, vera protagonista di questo spettacolo viene magnificata dalle sublimi interpretazioni di Olga De Maio (soprano), Luca Lupoli (tenore), Lucio Lupoli (tenore), e Marco Cristarella Orestano.

Gli attori che danno vita agli intermezzi teatrali sono Massimo Bonaccorsi, Maira Baldari, Barbara Bonaccorsi, Maurizio Rata, Mariano Grillo, Fabio Felsani, Maria Senese, Luciano Scarpati, Sergio De Simone.
Il Coro e l’ensemble Orchestrale dell’Associazione Noi Per Napoli sono diretti dal MaestroConcertatore Antonio Barchetta e Maestro Maurizio Iaccarino.
Disegno luci di Marco De Cesare.

Potrebbe interessarti

Tutti giu per terra

Tutti giù per terra… dalle risate con gli Atomi Bros

Tre uomini e un palco: è così che gli Atomi Bros colorano l'estate napoletana di risate con lo spettacolo "Tutti giù per terra".

Ridere 2021

Ridere: torna la rassegna al Maschio Angioino di Napoli

Torna l'appuntamento annuale con Ridere, la rassegna del Teatro Comico, Musica e Cabaret che si tiene al Maschio Angioino di Napoli

Talentum - Il premio delle eccellenze

Talentum, la 4a edizione del Premio delle eccellenze

Arriva la 4a edizione di Talentum, il premio delle eccellenze  che si terrà nell’antisala dei baroni …