Antonella Maisto: atmosfere da sogno in Samar

Voce particolare, intensa e delicata ma con una personalità ben decisa che riesce a fondersi con le sonorità e le armonie che vibrano attarverso di essa, tutto questo e molto altro è Antonella Maisto, artista di grande spessore che, attraverso l’ultimo suo progetto musicale Samar, riesce a trasmettere suggestioni, magnetismo ed incanto.

Antonella Maisto
Antonella Maisto

Samar è stato realizzato con la valente competenza di Mario Formisano, noto anche con il nome d’arte “4mx” degli Almamegretta, che lo ha arrangiato e prodotto e che si è avvalso della presenza di importanti musicisti come quelli di Umberto Maisto e Michele Signore componenti dell’altresì famosissima Compagnia di Canto Popolare.

Ben 11 sono le tracce che trasportano in una dimensione quasi surreale, onirica: E’ passata la vernata, Dala dala/Jesce sole, O primeiro canto, Liberazione, Ederlezi, Aremu an me ‘gapà, Kanou, Minh’alma, ‘Nzuonno, Saya e Ninnanàninnanoè… brani che amalgamano e fondono suoni, armonie e melodie di diverse tradizioni popolari ma non solo, Antonella Maisto, infatti, ha voluto omaggiare grandi artisti da sempre amati, come Pino Daniele (Ninnanàninnanoè) ed Enzo Avitabile (Liberazione).

Antonella Maisto, cantante napoletana “per caso e poi per destino”, ha un bagaglio artistico di grande spessore avendo iniziato il suo percorso professionale a soli 15 anni interpretando brani della tradizione popolare napoletana con i “Vottafuoco”. Nel corso della sua carriera, intervallata da studi e seminari, ha avuto modo di collaborare con nomi di grande levatura come Enzo Gragnaniello, Raiz, Eugenio Bennato, Peppe Lanzetta, Karl Potter, Franco Del Prete e molti atri. Attualmente è voce solista nell’ensemble di Gunà Percussion, ed al fianco del bravo Ugo Gangheri & Nomadìa.

Lascia un commento