Brescia prende vita con la musica

 

festa_della_musica

Tornerà a Brescia il prossimo 20 giugno la Festa Europea della Musica: l’evento internazionale che da più di vent’anni celebra l’arrivo dell’estate con musica di ogni genere, in ogni contesto, per tutte le età.

Il 20 giugno, dunque, in città si attende un’invasione di talenti e di performer.

Cosa succederà, dunque, il prossimo 20 giugno? Ebbene la musica, assoluta protagonista, rotolerà sui piedi della gente in ogni angolo di città. La Festa è aperta a tutti coloro che vogliono volontariamente parteciparvi e che desiderano esibirsi di fronte ad un pubblico libero di circolare e muoversi tra palchi diffusi e platee estemporanee.

La Festa vuole sollecitare e sensibilizzare tutti i musicisti, dilettanti e professionisti, tutti gli operatori e gli organizzatori, istituzionali ed occasionali, e l’intera collettività musicale locale a partecipare all’evento.

La forza della festa trova il suo valore principale nel coinvolgimento dell’intera cittadinanza e di tutti i musicisti, amatori, dilettanti e professionisti; nella celebrazione della diversità delle pratiche musicali; nella promozione del patrimonio culturale locale; nella valorizzazione degli spazi cittadini.

I numeri. Bastano quelli per raccontare l’entusiasmo e il consenso che la Festa della Musica 2015 a Brescia sta riscuotendo sia nel tessuto musicale di Brescia e Provincia, sia nel contesto nazionale e internazionale. Se l’anno scorso il numero di artisti, gruppi, ensemble e bande partecipanti è stato leggermente superiore a 400 per un totale di circa 2 mila musicisti coinvolti, al momento le iscrizioni superano quota 800 e puntano dritte al possibile traguardo di 1000. Brescia si prepara quindi ad un vero e proprio tsunami di musica, che non coinvolgerà solo le strade, le piazze e i parchi della città, ma approderà anche in una serie di luoghi dove la musica durante l’anno non arriva mai.

A conferma del successo nazionale, i partecipanti arriveranno da tutta Italia, da Torino a Venezia, da Trento a Roma. Risultano infatti iscritte (in ordine di quantità) formazioni di Bergamo, Bologna, Cuneo, Cremona, Ferrara, Firenze, Genova, Lodi, Mantova, Milano, Modena, Novara, Pavia, Ravenna, Reggio Emilia, Roma, Savona, Trento, Torino, Varese, Vercelli, Venezia, Vicenza e Viterbo. Ma non solo. Quest’anno più che mai la Festa di Brescia avrà un sapore internazionale, grazie alla partecipazione di iscritti che arrivano da tutto il mondo, alcune band provengono, infatti, da Argentina, Bolivia, Cina, Estonia, Ghana, Senegal e Spagna. L’occasione è ghiotta: quest’anno infatti l’etichetta discografica sony manderà alcuni osservatori “speciali” a caccia di nuovi talenti.

L’idea nasce in Francia nel 1976 da un progetto del musicista Joel Cohen, ripresa nel 1981 da Maurice Fleuret, compositore e imprenditore teatrale, e l’anno seguente istituzionalizzata, quale giornata nazionale della musica, dal ministro della cultura Jack Lang. La manifestazione si è rapidamente internazionalizzata ed oggi coinvolge più di 120 paesi in tutto il mondo, che condividono gli stessi principi fondamentali.

Tra le varie Band e Artisti ci saranno i Ragazzi di Cambiomusica Soundland di Alfredo Golino & Giulia Fasolino presenti alla Cascina Parco Gallo dove saranno la band di Marco Masini.

11391567_948970418497437_4388312071072114650_n

La “CAMBIOMUSICA”, è una scuola ed edizione musicale, che porta risultati eccellenti a livello editoriale e didattico. La “CAMBIOMUSICA” è editrice e co-editore di grandi artisti italiani e non (MINA,CELENTANO,RENATO ZERO,MONICA NARANJO,etc…..), e la scuola sforna allievi che si inseriscono nel panorama musicale italiano, sia nella discografia che in formazioni jazz che in tour (883, RAF, DE GREGORI, ANTONELLA RUGGERO, LAURA PAUSINI, FINARDI, FIORELLO, GIANLUCA GRIGNANI, ELISA,CIFFARELLI , ecc…).

E proprio a Brescia il 20 giugno oltre ad essere nella Band di Masini ci proporrà black to black di Amy Winehouse, Every Breath you Take dei Police e Ain’t no Sunshine,  una delle allieve della “CAMBIOMUSICA” Barbara Zappamiglio.

 

Conosciamo meglio Barbara Zappamiglio, nasce il 24 Aprile del 1983, all’età di 12 anni inizia il suo approccio con la musica presso la scuola “Cambiomusica” di Brescia. Barbara negli anni successivi sperimenta come tutti i ragazzi che tentano di entrare in questo mondo, i concorsi di canto e ottiene ottimi risultati. Tutti questi anni di lavoro, di sperimentazione e sopratutto di studio, le sono serviti a formarsi artisticamente, musicalmente e sul palco prendendo sempre più padronanza di se stessa. La svolta arriva quando Laura Pausini decide di inserire una persona fuori dal giro da affiancare al suo team per il “Resta in ascolto tour 05 ” che le si presenta con l’uscita del suo medesimo album mondiale si rivolge quindi a Alfredo Golino e Giulia Fasolino che all’interno della scuola fanno una selezione per scegliere la corista. Laura cercava una voce nuova, fresca ma che nello stesso tempo fosse dotata della professionalità di cui aveva bisogno ecco Barbara rappresenta tutto questo da una piccola aula di scuola a un tour mondiale, nei più grandi palasport e nei teatri più importanti di tutto il mondo non so quanti ce l’avrebbero fatta probabilmente nessuno, ma Barbara con il suo carattere, la sua determinazione si è imposta e ha dimostrato al mondo intero che ha talento da vendere. Inizia quindi la sua collaborazione con musicisti del calibro di Alfredo Golino,Cesare Chiodo,Bruno Zucchetti, Gabriele Fersini, Paolo Carta, Roberta Granà. Nel 2005 oltre ad aver fatto più di 60 date con il tour “Resta in Ascolto” toccando le più importanti e principali città del mondo, Barbara ha avuto l’opportunità di esibirsi nelle più importanti e rinomate trasmissioni tv italiane quali: Festivalbar 2005, Cd live, Mtv “Coca Cola Live” Nello stesso anno prende parte all’evento Live 8 al Circo Massimo a Roma.Nel 2007 Barbara è ancora coinvolta nel nuovo album di Laura Pausini “Io Canto”. Nello stesso anno Barbara prende parte al concerto-evento allo stadio Meazza di San Siro che ha segnato un sold out di 70 mila persone,  insomma avremo grandi artisti presenti a questo evento che sabato 20 giugno colorerà di musica la città di Brescia, bè io una capatina la farei.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Biondo

Biondo, valorizziamo la musica

Serial Chiller segna il ritorno in musica del giovane e bravo artista, Biondo. Abbiamo avuto modo di conoscerlo ad Amici.

Social-tendenze del Festival di Sanremo 2023

Festival di Sanremo 2023: le social-tendenze

A meno di due settimane dall’inizio del Festival di Sanremo 2023, il fenomeno emergente di tendenze social svela le classifiche.

Robbie Williams live. Foto dal Web

Robbie Williams infiamma Bologna

E' partito da Bologna il tour europeo di Robbie Williams in celebrazione dei suoi venticinque anni di carriera. Ecco cosa è successo.

Lascia un commento