Javier Girotto Aires Tango

Javier Girotto e Aires Tango al Napoli Jazz Winter

Napoli Jazz Winter

Il 20 febbraio nell’ambito della IX edizione del Napoli Jazz Winter 2015 organizzata dall’Associazione Culturale ‘Napoli Jazz Club’ si sono esibiti presso l’Auditorium Salvo D’Acquisto : Javier Girotto & Aires Tango.

Il quartetto al suo primo giro di boa ventennale formato da Javier Girotto al sax soprano, Alessandro Gwis pianoforte, Michele Rabbia percussioni, Marco Siniscalco al basso, ha deliziato il pubblico presente con brani tratti dalla corposa discografia costituita da ben 11 album.

In apertura il brano ‘Pasiòn Albiceleste’ presente nel cd dal titolo ‘10/15‘ del 2009, vero emblema del gruppo, nel quale viene espressa la passione per la maglia della nazionale argentina attraverso il lunghissimo assolo di Girotto, con salite e discese, sostenuto da un’ottima ritmica e dal crescendo del piano del talentuoso Gwis.

Non poteva mancare nella discografia di un vero argentino un brano dedicato alla ‘Madres De Plaza De Majo’ le coraggiose donne che hanno denunciato gli orrori delle barbarie da parte del governo militare di destra, alle quali sono stati trucidati i figli. Il brano fa parte del secondo cd della formazione dal titolo ‘Madres’ del 1997, che parte con un tono grave per confluire in una bossa, crescendo di tono e di intensità fino ad una pausa, nella quale solo il piano e la batteria suonano apparentemente slegati, come se l’armonia della vita fosse stata interrotta. La disperazione resa palpabile dal suono forte del piano, rallenta poi in modo che sax e basso possano reinserirsi. Girotto riprende a ricucire un’armonia ed il suo grido sale, con scale sempre più alte, come le voci delle madri, giungendo fino a noi.

Nel brano ‘Il Senso Della Vita‘ inserito nel cd ‘Cronologia del ‘900’ del 2000, le note di ‘toccato in tango’ coinvolgono l’ascoltatore, rendendo difficile descriverne la musica, in quanto quella di Girotto è un’esperienza sensoriale ed emotiva.

Tra i brani dedicati a personaggi sono stati eseguiti: ‘Felliniana‘ e l’altro ‘Ricordando Gardel’ il padre del tango argentino, entrambe di squisita fattura.

Girotto tra una presentazione e l’altra ha intrattenuto il pubblico con simpatici aneddoti, dimostrandosi un incantatore, seppur timido e riservato.

Serata di godimento musicale, dove l’espressività della musica di Girotto è ben supportata dai valenti musicisti del gruppo.
Napoli Jazz Winter