“Vally Doo”, il nuovo album di Valentina Mattarozzi

01_VALEMATTAROZZI790x430

“Vally Doo” il nuovo album di Valentina Mattarozzi, poliedrica interprete e cantautrice bolognese con all’attivo centinaia di concerti grazie al suo jazz/blues/rock senza tempo, sarà presentato giovedì  13 novembre al Bravo Caffè di Via Mascarella 1 a Bologna. Il disco, edito da San Luca Sound, sarà distribuito nei negozi in tutta Italia da Edel a partire dal 18 novembre. L’appuntamento di domani diventa una ghiotta anteprima per conoscere il nuovo lavoro dell’artista alla quale parteciperanno numerosi ospiti speciali presenti anche nel disco.

Attuale voce degli storici Doctor Dixie Jazz Band, Valentina arriva parallelamente al suo vero e proprio esordio discografico dopo una vita vissuta per la musica: figlia d’arte si è confrontata fin da bambina con la musica classica e la lirica fino a poi approdare più avanti al jazz ed al blues. Per il suo nuovo lavoro Valentina si  è avvalsa della collaborazione di numerosi artisti, produttori e soprattutto amici che hanno anche scritto dei brani per lei. Sono presenti: Iskra Menarini (voce in “No Lies”), Bruno Mariani (chitarra elettrica in Ad ogni costo” e “Il tempo di morire”, Teo Ciavarella (piano in “Nebbia”, Vi Gù (voce in “Tra i colori dell’amore”, singolo arrivato primo e rimasto a lungo quest’estate nella top ten dei brani più programmati tra le nuove proposte in radio). A loro si aggiungono Giannicola Spezzigu al basso, Guglielmo Pagnozzi al clarinetto, Marco Borazio a sax ed armonica e Umberto Genovese alla batteria. Di rilievo anche i produttori artistici: William Manera e Francesco Cavaliere (anche autori), Renato Droghetti con la supervisione di Manuel Auteri della SanLuca Sound.

“Vally Doo”, la title track dell’album, è il singolo e video scelto per l’autunno, canzone che prende il nomignolo affettuoso con cui l’artista viene chiamata ed è corredato di un delizioso videoclip dove lei stessa “rappresenta una canzone”: «L’idea del video – afferma Valentina – è quella di rappresentare una canzone come fosse una creatura immaginaria vera e propria. Solo il creatore/musicista la può vedere, tutti gli altri possono solo sentirla. Rappresenta la musica e quello che ogni artista vede con il proprio punto di vista. Una canzone che cerca di scappare perchè la sua missione è arrivare a più gente possibile…»   

L’album “Vally Doo” contiene 9 brani dove il blues e lo swing si fondono con molta naturalezza nel pop creando un mood orecchiabile e coinvolgente: 3 in inglese ed altri 5 inediti in italiano tra cui spicca anche il brano “Senza paracadute”, inno semiserio per tutti i divorziati felici, e “Nebbia”, due brani scritti di suo pugno che raccontano una parte importante della sua vita. Valentina si definisce “ironica ed un po’ pazza – nel senso buono -” ma l’aggettivo che più la rappresenta è “prismatica”. Ha girato tutto il mondo portando le sue interpretazioni nei migliori club europei ed africani dove ha avuto modo di confrontarsi e conoscere i superbig della musica italiana ed internazionale. Cresciuta a Jannacci, Battisti e Mia Martini, ha in Freddy Mercury e Diane Schuur i suoi miti assoluti. E’ forse l’unica donna in Italia a cantare il blues in italiano grazie al suo inconfondibile ed inimitabile timbro vocale. 

Autore: David Bonato

David Bonato nasce il 5/2/1976 a Verona. Frequenta il liceo scientifico Angelo Messedaglia a Verona. Si laurea nel 2001 in Scienze Della Comunicazione (indirizzo marketing ed impresa) a Trieste. Produttore discografico, giornalista.

Potrebbe interessarti

Biondo

Biondo, valorizziamo la musica

Serial Chiller segna il ritorno in musica del giovane e bravo artista, Biondo. Abbiamo avuto modo di conoscerlo ad Amici.

Social-tendenze del Festival di Sanremo 2023

Festival di Sanremo 2023: le social-tendenze

A meno di due settimane dall’inizio del Festival di Sanremo 2023, il fenomeno emergente di tendenze social svela le classifiche.

Robbie Williams live. Foto dal Web

Robbie Williams infiamma Bologna

E' partito da Bologna il tour europeo di Robbie Williams in celebrazione dei suoi venticinque anni di carriera. Ecco cosa è successo.