Cristicchi e Quarta: primo evento dopo l’emergenza

Il 19 maggio, alle 17 30, nella suggestiva Basilica di Santa Maria di Collemaggio il bravissimo violinista Alessandro Quarta ha accompagnato, con le sue emozionanti note, Simone Cristicchi interprete di un brano, scritto insieme a Matteo Pelliti, dal titolo “Ho sognato Celestino“, come omaggio a San Pietro Celestino patrono della città dell’Aquila a 724 anni della sua scomparsa.

Ho sognato Celestino – Simone Cristicchi e Alessandro Quarta

E’ il primo evento pubblico dopo il fermo imposto dall’emergenza Covid19, un forte segnale di ripresa e di speranza che i due grandi artisti hanno voluto tenere davanti ad una rappresentanza di dottori ed operatori sanitari dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila.

La cerimonia è stata fortemente voluta dal Teatro Stabile e dal Comune dell’Aquila in segno, anche, di ottimismo e di ritorno alla tanto ambita “normalità”.

Ricordiamo che l’Aquila sarà la candidata a città italiana della cultura 2022, per il 2021 è in “nomination” Parma in quanto a causa della terribile pandemia l’evento previsto per quest’anno è stato, ovviamente, posticipato.

Nel corso della serata Alessandro Quarta ha eseguito dal suo repertorio alcune incredibili composizioni tra cui “Adagio e Fuga” ed anche il suo ultimo successo “Andrà Tutto Bene” oltre a due brani del grande Cristicchi eseguiti al pianoforte: “Lo chiederemo agli alberi” e “L’uomo del mistero”.

Potrebbe interessarti

Simone Cristicchi - Siamo tutti colibri

Simone Cristicchi: la sua arte infonde speranza

Con poche parole scritte sul suo profilo social, il bravissimo Simone Cristicchi ha annunziato di …

Anfiteatro Estate 2019 ad Albano Laziale

Anfiteatro Estate: gli appuntamenti di Albano Laziale

Ha esordito con un successo strabiliante Anfiteatro Estate di Albano Laziale. Riccardo Rossi, con l’ironia …

Giorgio Gaber. Foto di Ennio Sterchele (1987)

Festival Gaber 2019, ecco i primi ospiti

Partirà il 5 luglio da Camaiore l’edizione 2019 del Festival Gaber, la manifestazione itinerante tra …

Lascia un commento