Gatto Panceri, arriva “Io ho”

Esce venerdì 14 settembre in radio Io Ho, terzo singolo estratto dal fortunato album Pelle d’oca e lividi del cantautore Gatto Panceri, pubblicato dall’etichetta ‘Hit Rainbow’ di Athos Poma e Roby Facchinetti dei Pooh con distribuzione ‘Artist First’.

Musicalmente, una canzone intrisa di pop-rock e sperimentalismo elettronico degno del miglior Peter Gabriel, con melodie e armonie che ruotano attorno a continui cambi di tonalità e stile, e una ritmica possente con felici momenti prog (Gatto iniziò la carriera proprio prodotto da Patrick Dijvas della PFM, e ogni tanto le sue influenze originarie tornano a galla).

Un brano dal titolo stringato, evocativo e ironico insieme, a significare uno dei mali peggiori che affligge la moderna società dell’immagine.

“È il possesso smanioso quello che contraddistingue l’uomo moderno, che sempre più si circonda di beni materiali di stampo tecnologico anche in grande quantità ma che, spesso e volentieri, lascia il più delle volte spenti e inutilizzati, quasi fossero quadri e statue da ammirare”, spiega Gatto Panceri.

Che aggiunge: “Desidererei solo far riflettere la gente sulle cose davvero importanti che occorre avere nella vita”.

Io Ho s’inserisce perfettamente in una scaletta di ben 19 brani, fatto unico e raro della storia cantautorale italiana degli ultimi 20 anni, a significare che la musica sanguigna, a differenza di quella sintetica, non conosce limiti di creatività ed espressione.

Gatto Panceri - Io ho

Intenso e coinvolgente il videoclip che accompagna il brano, per la realizzazione del quale davvero si sono profuse ingenti energie, frutto del virtuoso incontro tra l’estro creativo del regista Gianluca Menta (avevano già collaborato in passato nel film di quest’ultimo ‘Shibari – i nodi della mente’, la cui colonna sonora è la canzone ‘Vibro’ contenuta nel cd ‘Vibrazioni’ proprio di Panceri stesso) e la straripante e fresca creatività di un Gatto Panceri anche fisicamente più in forma che mai.

Che, per l’occasione, si trasforma, per buona parte delle riprese, in un frame televisivo con indosso una simpaticissima maschera di cartapesta – opera creata appositamente per lui dallo scultore parmigiano Ireneo Passera – che ritrae il felino legato al suo nome d’arte.

Set del cortometraggio i tendoni senza tempo dello storico e pregiato Circo Orfei, dando largo spazio alle acrobazie e alle giocolerie degli artisti che ne hanno decretato il successo nel mondo: ma senza animali, su espressa richiesta di Gatto Panceri, a eccezione di uno splendido e variopinto pappagallo che fa bella mostra di sé per rarissimi secondi.

Il resto delle scene sono state girate in quel di Salsomaggiore Terme, coinvolgendo persone del luogo e fans accorsi da tutta Italia quali comparse spontanee per la prima volta reclutate tutte via Facebook e Social Media dallo stesso artista. Impreziosiscono il girato anche una serie di riprese subacquee in cui il cantautore si immerge nel bacino naturale del fiume Stirone.

Come sempre, anche nel video, un posto speciale a Super, il Jack Russell, ormai webstar acclarata di 11 anni, cui Gatto Panceri ha dedicato per intero il suo nuovo album ‘Pelle d’oca e lividi’.

Potrebbe interessarti

Gatto Panceri. Foto da Ufficio Stampa

Gatto Panceri, emozioni e dolori nel nuovo album

Il cantautore lombardo Gatto Panceri è tornato con un nuovo grande album dalle influenze soul …

Gatto Panceri

Gatto Panceri, in radio il gradito ritorno

Un qualunque posto fuori o dentro di te 2018… il ritorno di Gatto Panceri Parliamo …

La Gazzetta dello Spettacolo - Articoli

Oulx Lab con Alberto Fortis

Le fasi finali (1-5 luglio), con il concerto gratuito di Alberto Fortis Mancano pochi giorni al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.