Pistoia Blues Festival

Pistoia Blues Festival: ecco Whitesnake e Bastille

Pistoia Blues Festival

Whitesnake e Bastille parteciperanno alla 37a edizione del Pistoia Blues Festival

Ritorna per l’edizione 2016 il Pistoia Blues Festival. Pur se stilisticamente non sovrapponibili le due band raffigurano un trait d’union della musica di un certo tipo che, dagli anni 70 fino ad ora, ha tracciato il suo memorabile percorso.

I cinque hard rocker dei Whitesnake, una delle bande/mito del rock mondiale, sono attesi per il 15 luglio. Il gruppo è composto da Coverdale (voce), Joel Hoekstra (chitarra), Reb Beach (chitarra), Michael Devin (basso), Michele Luppi (tastiera) e Tommy Aldridge (batteria). Il loro vocalist si è guadagnato qualche pagina del libro della storia dell’hard rock. Inoppugnabilmente è uno dei più popolari nell’universo del rock. Lui, citato prima col solo cognome, è David Coverdale. Prima dei Whitesnake, il gruppo che gli diede l’occasione di mostrarsi al mondo, furono gli strafamosi Deep Purple. Per i più interessati a capire il personaggio, si ricorda qui che il (futuro)cantante fu individuato da Ritchie Blackmore e compagni in uno store di dischi. Che ci faceva lì David?

Semplicemente il commesso, un commesso che più che venderli, sperava di inciderli i dischi. Ovviamente, non a tutti i commessi con le stesse attese succede questo; ma che dire, si vede che i Deep Purple notarono che lui aveva proprio l’aria da… David Coverdale!

Al festival ci sarà, nello stesso concerto dei Whitesnake, anche la band svedese degli Hardcore Superstar. Il gruppo di hard rock e metal guidato da Jocke Berg, è, sin dall’anno scorso e in seguito alla pubblicazione del loro decimo album, “HCSS”, in tour mondiale. Nel 2001 vennero in Italia per aprire i concerti di AC/DC e Motorhead.

Ad aprire la data toscana, invece, ci penserà la band irlandese The Answer. Questo gruppo ha annunciato che, per ottobre 2016, ci sarà la pubblicazione di un nuovo album. Per quanto compete il passato, si segnala che i musicisti della band The Answer sono ricordati per aver prodotto un notevole debut album, “The Rise”. Di quest’ultimo, è prevista una ristampa doc.

Per quanto concerne i Bastille, invece e ovviamente, la loro storia radica il proprio incipit nel terzo millennio. La band, arrivata alla popolarità con “Pompeii” – premiato in Italia col disco di platino – nacque da un’idea di Dan Smith, il leader. Quest’ultimo, a un certo punto, ebbe l’intuizione di estendere ad altri musicisti,con fortuna, il suo progetto solista. Come in altri casi, il nome da dare al neo gruppo ebbe un momento laborioso. Poi, il solito Dan, trovò la giusta etichetta per l’ensemble. Smith pensò bene di usare come nom de guerre, l’evento storico avvenuto il 14 luglio, data della sua nascita. Fu così che la Presa della Bastiglia divenne per i quattro artisti, semplicemente Bastille. Dopo il singolo citato, “Pompeii”, fu la volta dell’album debutto, “Bad Blood”. Questo Cd ebbe lo stesso fortunato destino del primo disco, e raggiunse le vette della classifica inglese.

Quindi e per l’11 luglio 2016, al Pistoia Blues Festival, i loro fan potranno assistere alla loro spettacolare performance.

Autore: Anthony Moy

Potrebbe interessarti

Nino D'Angelo - Il poeta che non sa parlare

Nino D’Angelo: ecco le date del tour 2023

Il Poeta che non sa parlare – Tour 2023 di Nino D’Angelo riparte con una serie di date. Ecco il calendario dei concerti dell'artista.

Claudio Baglioni live

Claudio Baglioni raddoppia a Caserta

Claudio Baglioni sarà alla Reggia di Caserta per un doppio esilarante concerto che racconterà i 50 anni della sua straordinaria carriera.

Atmosferico 2022 live Subsonica

Atmosferico 2022: il tour commemorativo dei Subsonica

La prima volta che ho assistito ad un live del Subsonica era il 2002, e con questo si celebrano i i live dei 20 anni da Amorematico.

Lascia un commento