Simona Tabasco. Foto di Luisa Carcavale
Simona Tabasco. Foto di Luisa Carcavale

Simona Tabasco, è lei l’attrice rivelazione dell’anno

Oggi vi raccontiamo di Simona Tabasco, che riceve il premio come attrice rivelazione dell’anno in occasione del Social World Film Festival dove La Gazzetta dello Spettacolo è Cultural Partner.

Simona Tabasco. Foto di Luisa Carcavale
Simona Tabasco. Foto di Luisa Carcavale

Simona Tabasco, classe 1994, è una giovane attrice partenopea. Si diploma a Roma presso il Centro Sperimentale di Cinematografia e i primi esordi col piccolo schermo arrivano grazie alle serie televisive Fuoriclasse ed È arrivata la felicità. Nella serie Rai I bastardi di Pizzofalcone Simona interpreta Alex Di Nardo, una donna forte, una poliziotta omosessuale alla ricerca di indipendenza.

L’esordio sul grande schermo avviene nel 2014 con il film Perez di Edoardo De Angelis dove interpreta la giovane Tea, figlia del protagonista Demetrio.
Il film è stato presentato alla 71esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica a Venezia.

Il Social World Film Festival, giunto alla sua nona edizione, è la Mostra internazionale del Cinema Sociale. Nasce nel 2011 dall’idea del regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo insieme al Comune di Vico Equense per realizzare un momento di aggregazione culturale e sociale per giovani. Una settimana di attività dedicate: giurie, workshop, masterclass, incontri, dibattiti e contest creano un’occasione professionalizzante e unica.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Il primo ciak del cortometraggio The Lottery

The Lottery: primo ciak a Roma

Primo ciak nella città di Roma per il film The Lottery, diretto da Giuseppe De Lauri e basato sul racconto di Shirley Jackson.

Karate man

Karate Man: il film sulla vita di Del Falco

Arriva in prima visione su Amazon Prime Video il film Karate Man, diretto da Claudio Fragasso, sulla vita di Claudio Del Falco.

Una scena di Dirty Dancing

Dirty Dancing, nel 2024 un altro sequel?

Il film Dirty Dancing è una pietra miliare del cinema, e si parla di un sequel di cui parliamo con il coreografo Robert Fletcher.

Lascia un commento