Uam TV, il nuovo streaming indipendente

Oggi vi parliamo di Uam TV, un nuovo progetto di web TV streaming che si pone come alternativa che vuole raccogliere progetti audiovisivi che sfuggono alle regole del mercato e che potrebbero rappresentare dei punti di partenza per un arricchimento informativo e culturale.

Thomas Torelli e Rosita Celentano, mentre approntano il TG di Uam TV
Thomas Torelli e Rosita Celentano, mentre approntano il TG di Uam TV

Le sezioni

Ideata e fondata nel 2019 dal regista, autore e produttore Thomas Torelli, Uam TV è una piattaforma online indipendente con un ampio palinsesto diviso in varie sezioni:

  • FILM DOCUMENTARI italiani ed internazionali inediti selezionati tra i più importanti festival del mondo che non hanno trovano sbocchi e distribuzione
  • APPROFONDIMENTI su diverse tematiche: ecologia, psicologia, fisica, medicina, scienza, benessere, economia sostenibile e altri argomenti che verranno realizzati direttamente dalla redazione Uam TV in collaborazione con autori e specialisti
  • A CASA DELL’AUTORE, ritratti intimi di scrittori e personalità del mondo della scienza e della cultura per conoscere l’aspetto più umano e quotidiano di professionisti e teorici incontrati nelle loro abitazioni. La prima personalità a raccontarsi e a svelare aspetti inediti della propria professione è la psichiatra e psicoterapeuta Erica Poli
  • BUONE NOTIZIE, dedicata esclusivamente agli avvenimenti positivi con un TG giornaliero online fin dalle prime ore del mattino in grado di capovolgere il paradigma secondo cui bad news are good news, certi che l’informazione possa dare spazio anche agli avvenimenti positivi che accadono in Italia e nel mondo e contribuire a diffondere un senso di serenità e benessere nelle persone.
  • TG, dove alla conduzione c’è Rosita Celentano che in futuro si alternerà ad altri personaggi della cultura e dello spettacolo che hanno a cuore le tematiche trattate dal canale
  • CORTOMETRAGGI, coerenti con i temi affrontati dalla web tv
  • ECONOMIA E SVILUPPO SOSTENIBILE dedicata alla Green Economy e alle nuove forme di impresa
  • LIETO FINE in cui gli abbonati e la community di Uam TV possono raccontare con un video di circa due minuti (realizzato anche con un semplice cellulare o una videocamera e caricato direttamente sulla piattaforma) la loro personale storia a lieto fine, cosicché tutti possono contribuire ad arricchire il canale

La stagione di Uam TV ha aperto i battenti lunedì 18 con tanti documentari tra cui in primo piano spicca Iriria – NiÑa Tierra, documentario di Carmelo Camilli dedicato all’Amazzonia che racconta la cultura degli indigeni del Costa Rica e affronta il problema del disboscamento e del riscaldamento globale.

In calendario non mancano poi altri documentari di stretta attualità sul polmone verde del mondo recentemente martoriato dai grandi incendi, ma anche sull’emergenza plastica e sulla questione rifiuti. Prossimamente online sarà infatti disponibile Oceans: The mistery of the missing plastic diretto da Vincent Perazio, il documentario che indaga sul destino di tutte quelle tonnellate di plastica che si abissano nei nostri oceani. E ancora Gli anni verdi diretto da Chiara Bellini, documentario che mostra attraverso lo sguardo di tre anziani le campagne devastate dai capannoni industriali abbandonati e dalle discariche abusive.

Dopo aver trionfato in molti festival europei arriva su Uam TV anche Unlearing di Lucio Basadonne e Anna Pollio, il racconto di come una famiglia italiana decida di vivere fuori dalla sua zona comfort intraprendendo un viaggio di sei mesi senza soldi. E ancora spazio al documentario americano Il sentiero della felicità di Lisa Leemman e Paola di Florio, la biografia di Paramahansa Yogananda che negli anni Venti ha introdotto lo yoga e la meditazione nel mondo occidentale, e alla produzione internazionale Alla ricerca di un senso dei francesi Nathanaël Coste e Marc de la Ménardière: un documentario che racconta il viaggio di due amici d’infanzia che partono per un giro del mondo alla scoperta di stili di vita alternativi e di una visione della contemporaneità che non sia quella imposta dal consumismo occidentale. Tra i titoli in calendario troviamo poi anche Canapa nostra di Filippo e Francesco Grecchi, la storia travagliata e appassionante di una pianta proibita che ha accompagnato l’uomo nella sua intera storia evolutiva.

In palinsesto ci sono anche i documentari diretti da Thomas Torelli: Un altro mondo, il film documentario che vuole raccontare la nostra vera forza e chi siamo realmente; Food Revolution, il documentario che esamina le conseguenze della cultura della carne; Choose Love, il documentario che analizza il perdono come strategia evolutiva per il benessere individuale e collettivo e il primo documentario sul terremoto in Abruzzo Sangue e cemento.

Lascia un commento