Maria Basilicata: sacco, guantoni e vita da attrice

Oggi incontriamo Maria Basilicata per la nostra rubrica Vita da Influencer. Per descriverla potremmo utilizzare quello che ci ha raccontato lei: “carina, bionda e dolce”, ma vogliamo andare oltre per scoprire come passa il suo tempo tra social network, sport e una vita da attrice.

Maria Basilicata. Foto di Francesco Laratta
Maria Basilicata. Foto di Francesco Laratta

Benvenuta su La Gazzetta dello Spettacolo. Se dovessi descriverti in breve, chi è Maria Basilicata e cosa fa nella vita di tutti i giorni?

Una ragazza di 27 anni, prima di tutto. E, come tutte le ragazze che si ritrovano in questa fascia d’eta’, ho tante, tantissime passioni. Lavoro nello spettacolo da 11 anni circa, come attrice principalmente, ma ho partecipato anche a programmi televisivi. La mia passione più grande è lo sport ed ogni giorno mi alleno duramente: pratico boxe a livello agonistico da 5 anni, mentre invece da circa 2 anni mi sono accostata anche alla pole dance.

Quando hai scoperto di essere diventata una Influencer?

Ma guarda, a dire il vero, io non mi sono mai definita un’influencer. In senso proprio lavorativo, sia chiaro. Mi piace pensare che le influencer, così come le blogger, abbiano un modo di comunicare proprio e che le loro idee siano sempre bene organizzate e mirate. Io, invece, mi son ritrovata con i social molto seguiti grazie al mio lavoro ed ogni scatto o pezzetto di vita quotidiano che offro ai miei sostenitori non è organizzato ne per fascia oraria, ne per altre informazioni che, invece, le vere influencer tengono molto sott’occhio. Nonostante la mia disorganizzazione totale nei contenuti ( posto quando ne ho voglia ) , mi sono resa conto che molta gente segue ciò che consiglio e ha a cuore ciò che faccio durante il giorno.

Maria Basilicata. Foto di Francesco Laratta

Partiamo con le domande legate al mondo dello Spettacolo. Tu sei un’attrice, di conseguenza hai sempre vissuto questo mondo da dentro: in questo periodo di lockdown quali sono le tue riflessioni?

Io ho due linee di pensiero per questo periodo. Una legata al lavoro ed una mia strettamente personale. Quella legata al lavoro è per me una seccatura tremenda: ho dovuto lasciare un set a cui stavo lavorando, fuori regione fra l’altro, e non vedo davvero l’ora di riprenderlo. Quello personale, invece, mi ha sorpresa: per lavoro viaggio molto e passo moltissimo tempo in altre città, spesso anche per periodi molto lunghi. Grazie al lock-down ho vissuto casa mia, riuscendo persino a scoprire angoli che non sapevo d’avere. Pensa un pò! E mi è piaciuto molto, lo ammetto, anche se la mia vita frenetica mi manca tantissimo.

Maria Basilicata. Foto di Francesco Laratta

Quali sono i film che preferisci vedere al cinema e ci sono degli attori italiani che apprezzi?

Mi interessa ogni genere di film, sono curiosa di saperne tutto al riguardo e leggo le trame di ogni singolo film in uscita: mi piace essere aggiornata e sono anche molto critica. Ma adoro il genere horror e fantascienza, non me ne perdo nemmeno uno. Sono molti gli attori italiani che ammiro, ad esempio Stefano Accorsi. L’ho amato tantissimo in “Le Fate Ignoranti” di Ferzan Özpetek, così come in tanti altri film cui ha preso parte.

E invece la musica che ascolti?

Non ti nascondo che la musica che ascolto e preferisco dipende dal periodo e dal momento della giornata. Per rilassarmi, ad esempio, adoro Einaudi. Mentre, quando faccio sport, pezzi che mi danno la giusta carica e grinta, quindi opto per Beyoncè, Jennifer Lopez, David Guetta oppure gli Imagine Dragons. Musica diversa, invece, l’ascolto per la pole dance: in questo caso preferisco musica più sensuale e in linea con questo sport, quindi mi concentro su Ariana Grande, oppure su singole canzoni ad esempio Zombie di Bad Wolves, Crystallize di Lindsey Stirling, Ameno degli Era oppure Crazy in love di Hannah Rue che è anche una delle mie preferite.

Maria Basilicata. Foto di Francesco Laratta

Cosa pensi ti abbia reso così popolare sui social?

L’interesse per gli sport che pratico e per il lavoro che svolgo. Ma, soprattutto, il modo spontaneo con cui mi pongo con le persone che mi seguono. Cerco di risponderli quando posso e di accontentarli circa i contenuti, le idee ed i consigli.

Facebook, Instagram o TikTok?

Li uso tutti e tre. Ma instagram è il mio preferito, subito dopo Facebook per la semplicita’ delle conversazioni. TikTok mi diverte molto, ma non sono molto brava a realizzare dei contenuti a tema.

Cosa consigli ai tuoi follower che vogliono intraprendere la strada dell’influencer?

Sicuramente, focalizzarsi su una tematica precisa: che sia il beauty, oppure la moda o lo sport, poco importa. L’importante è non creare un miscuglio di argomenti per poi non portarne a termine neppure uno. Meglio pochi ma seguiti bene, è ciò che il pubblico vuole. Insomma, prendi me ad esempio, quando mi occorre qualche consiglio sul fitness so che devo recarmi sul profilo di Giulia Calcaterra, se invece preferisco consigli di moda allora cerco il profilo di Kim Kardashian.

Maria Basilicata. Foto di Francesco Laratta

Quali sono le Influecer che segui e chi pensi siano le tue antagoniste?

Seguo molto Giulia Calcaterra, mi piace il modo genuino con cui si racconta ai suoi followers, la trovo assolutamente vera e funziona molto. Insomma, fa valere le sue idee senza aver bisogno di calpestare altra gente. Antagoniste, dici? beh, non do molto conto a queste cose. Tranne le volte in cui qualcuna mi ha citata in modo negativo per motivi che mi sono estranei. Perchè vedi, sono tante le volte in cui mi sono ritrovata al centro di polemiche senza sapere neppure come ci sono arrivata.

Perchè un utente dei social network dovrebbe seguirti?

Perchè sono carina, bionda e dolce. No, dai, scherzo. Secondo me, il seguirmi dovrebbe interessare a chi cerca contenuti veri, spiritosi, divertenti e assolutamente naturali. Ma anche a chi ama lo sport, i viaggi e la recitazione.

Nuovi progetti professionali in corso?

Molti. Appena questo periodo terminerà dovrò ripartire nuovamente e portare a termine tutto ciò che ho lasciato in sospeso. Prima di tutto un mio personale progetto molto ambizioso a cui sto lavorando da più di un anno con il mio agente, mio marito e le persone che mi sostengono ( non posso ancora parlartene! ) , e poi ho in realizzazione anche un progetto in Spagna con una équipe troppo troppo carina!

Lascia un commento