Viaggiare informati: ESTA per gli Stati Uniti

In periodi di pandemia sembra essere sempre più difficile pianificare un viaggio, ma c’è comunque chi non riuncia a mettersi in viaggio per raggiungere la meta del cuore.

Sicuramente tra le mete più interessanti del mondo, gli Stati Uniti d’America sono tra le mete più gettonate di sempre.

Esta - Stati Uniti d'America

Gli Stati Uniti d’America sono una di quelle mete tanto sognate e che vedono comunque la necessità di prepararsi con informazioni e documenti prima di partire.

L’ESTA ed i viaggi negli States

Tra le varie informazioni da conoscere, sicuramente c’è l’ESTA. Si tratta di un’autorizzazione che è possibile richiedere anche online, e che si ottiene compilando un modulo semplice e che permette al cittadino di viaggiare negli Stati Uniti d’America senza visto.

Ma si può sempre richiedere l’ESTA USA per gli Stati Uniti? Ebbene no. Questa autorizzazione, può essere richiesta solo se il viaggio ha lo scopo turistico oppure di affari e soprattutto, se la durata del viaggio è inferiore ai 90 giorni solari.

Qualche dato in più su ESTA e Stati Uniti d’America

ESTA sta per Electronic System for Travel Authorization, che letteralmente in italiano sarebbe “Sistema elettronico di autorizzazione al viaggio”, e fa parte di quella che si chiama Visa Waiver Program (VWP), un programma di viaggi senza visto previsti dal Department of Homeland Security (DHS) che consentono ai cittadini di ben 38 Paesi (tra cui anche l’Italia), di poter avere accesso agli Stati Uniti d’America senza dover richiedere un visto. L’autorizzazione permette di imbarcarsi su un aereo o su una nave diretti negli States.

Un po’ di storia

Il concepimento dell’ESTA è stato nel 2007, quando il Governo degli Stati Uniti d’America, ha emanato quello che si chiama “Implementing Recommendations of the 9/11 Commission Act “.
L’obbligo di questa autorizzazione però, è andata in vigore nel 2009, momento in cui il Department of Homeland Security (DHS), delegato dal Governo, ha dovuto questo sistema di sicurezza elettronico per garantire maggiore controllo qualitativo dei passeggeri che usufruiscono del VWP.

Ma a cosa serve realmente?

L’ESTA diventa una sorta di garanzia per chi risiede negli Stati Uniti d’America, in quanto da alla DHS la possibilità di capire se un viaggiatore che sta per imbarcarsi è idoneo o meno all’ingresso nello Stato, escludendo a priori chi potrebbe essere un potenziale pericolo per la sicurezza dei residenti.

Quando tempo prima di entrare negli Stati Uniti d’America ci vuole l’ESTA?

Come dicevamo in precedenza, essendo necessaria la compilazione di un modulo elettronico, è consigliabile richiedere l’ESTA almeno 72 ore prima di partire per il viaggio, il tempo minimo per permettere alle autorità di effettuare i necessari controlli ed evitare brutte sorprese una volta arrivat negli Stati Uniti d’America.

Ma posso visitare tutti gli Stati?

Attualmente l’ESTA comprende anche la visita a Porto Rico, Guam e alle Isole Vergini, oltre che nazioni come Messico, Canada o Caraibi e fare ritorno negli Stati Uniti con qualsiasi mezzo già descritto in precedenza.

Ma quindi è uguale al Visto?

No, l’ESTA per andare negli Stati Uniti d’America non è uguale al Visto, in quanto, una delle differenze principali è relativa a ciò che consente. Il primo, infatti, consente di viaggiare secondo le condizioni del Visa Waiver Program, mentre il secondo, oltre a turismo e affari, da il permesso di studiare, vivere o lavorare negli Stati Uniti d’America anche per periodi più
lunghi.

Lascia un commento